Sampdoria, verso il Milan: doppio dubbio per Ranieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:48
0

La Sampdoria prepara a Bogliasco la sfida contro il Milan, oggi rientrano i Nazionali e la formazione è ancora tutta da scoprire.

Sampdoria Milan
Ranieri festeggia con Gabbiadini e Bereszynski (Credits: Getty Images)

Da oggi Ranieri potrà iniziare a pensare seriamente alla supersfida di sabato tra la sua Sampdoria e il Milan di Pioli, secondo in classifica. Sir Claudio va a caccia dell’impresa per impreziosire una marcia che in questa stagione ha portato i blucerchiati a vivere un campionato in estrema tranquillità, ben diverso da quello dell’anno scorso. A Bogliasco si lavora per il colpaccio quindi con i nazionali che rientreranno tutti alla base e c’è ovviamente la necessità di valutare le condizioni di ognuno di loro.

Sampdoria, rebus formazione contro il Milan

Il primo dubbio di formazione per Ranieri riguarda il cuore della difesa. Davanti ad Audero, Tonelli sembra sicuro del posto, ma al suo fianco c’è una casella da riempire. Colley, titolare da sedici giornate di fila, torna dagli impegni con la Nazionale del Gambia, Yoshida rientra dopo le sfide con il Giappone, e così alla fine potrebbe anche spuntarla Alex Ferrari che invece ha lavorato a Bogliasco per migliorare la propria condizioni dopo i tanti infortuni. Gli esterni di difesa saranno come sempre Bereszynski e Augello, le alternative non ci sono e così il polacco dovrà stringere i denti dopo gli impegni internazionali.

Lavori in corso anche a centrocampo dove Ekdal è tornato con un problema muscolare dalla prima sfida con la sua Svezia. Ranieri non lo rischierà e quindi schiererà Adrien Silva con Thorsby in mezzo al campo. Situazione in divenire sulle fasce con Candreva confermato a destra, mentre a sinistra è ballottaggio tra Jankto e Damsgaard. Il primo ha giocato tutte e tre le gare della Repubblica ceca e quindi potrebbe non avere molta benzina nelle gambe. Il secondo è tornato decisamente galvanizzato dalla doppietta con la maglia della Danimarca nell’8-0 con la Moldavia.

Già scelta la coppia d’attacco. Fiducia in Quagliarella e Gabbiadini che in campo si trovano a meraviglia. Solo panchina per Keita, che sta vivendo un periodo abbastanza buio. Resta invece ai box Torregrossa, dopo l’esordio con gol a Marassi contro l’Udinese non è quasi mai potuto scendere in campo a causa di alcuni problemi muscolari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here