Atalanta, Gasperini non patteggia: rischia 20 giorni di squalifica, ecco perchè

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:47
0

Ecco perchè il tecnico dell’Atalanta, Gasperini, ha rifiutato di patteggiare 10 giorni di squalifica ed adesso rischia di doverne scontare 20, durante i quali non potrà entrare in contatto in nessun modo con l’Atalanta.

Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo durante la gara con la Fiorentina nello Stadio Artemio Franchi. Serie A, 11 aprile 2021 (foto di Gabriele Maltinti/Getty Images).
Atalanta, il tecnico Gian Piero Gasperini a bordocampo durante la gara con la Fiorentina nello Stadio Artemio Franchi. Serie A, 11 aprile 2021 (foto di Gabriele Maltinti/Getty Images).

Nella conferenza stampa di Atalanta-Juventus, il tecnico Gian Piero Gasperini ha commentato la notizia che lo vede a rischio di una squalifica di 20 giorni, in cui non potrà entrare in contatto in nessun modo con la squadra e neanche andare allo stadio a vedere le partite dei neroazzurri.

Gasperini ha dichiarato: “Non penso alla dietrologia e alla giustizia ad orologeria, l’unica cosa che posso dire è che io e l’Atalanta non abbiamo interrotto niente, nessun tipo di test, non c’è stata nessuna interruzione. Tutto il resto lo vedremo all’udienza, su tutto questo mettiamo un punto”.

Cosa è successo e perchè Gasperini rischia la squalifica

Il procuratore antidoping Filippo Laviani contesta a Gasperini l’articolo 3, comma 3, del codice antidoping di Nado Italia: “Ha insultato un ispettore durante un controllo a sorpresa e inveito contro l’intero sistema antidoping, interrompendo un test in corso su un calciatore dell’Atalanta e obbligando il giocatore ad andare ad allenarsi“.

Secondo quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, l’episodio contestato è avvenuto il 7 febbraio 2021. Sul campo di allenamento, si è presentato a sorpresa un ispettore di Nado Italia. Ha chiesto di poter fare dei test antidoping su quattro giocatori. L’Eco Di Bergamo riferisce che Gasperini avrebbe interrotto il test di Robin Gosens.


Leggi anche:

A seguito di alcune mediazioni, il test sarebbe poi stato effettuato e sarebbe risultato negativo, come quello degli altri tre giocatori. Gasperini ha rifiutato di patteggiare 10 giornate di squalifica, e a questo punto sarà giudicato dal tribunale antidoping, presieduto a Adele Rando, il 10 maggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here