Sampdoria-Verona 3-1 cronaca, tabellino, voti, classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:53
0

Sampdoria-Verona finisce 3-1 a Marassi con Jankto, Gabbiadini e Thorsby a ribaltare nella ripresa il gol di Lazovic.

Sampdoria Verona
La Sampdoria esulta dopo uno dei gol segnati al Verona oggi a Marassi (Credits: Getty Images)

Un tempo per uno, ma alla fine vince la Samp. Il Verona a Marassi domina in lungo e in largo per 45’ e trova anche meritatamente il vantaggio con la punizione di Lazovic. Nella ripresa però Ranieri cambia tutto, inserisce Keita, Gabbiadini e Candreva e ribalta la gara. Segna subito Jankto, poi Gabbiadini su rigore raddoppia e nel finale Thorsby approfitta del grave errore di Silvestri per segnare il definitivo 3-1.

La cronaca della partita di Marassi

Ranieri stupisce tutti e manda in campo una squadra quasi inedita soprattutto in attacco con La Gumina e Verre. Juric sposta Barak in mezzo al campo e lancia dal primo minuto il giovane Salcedo in attacco.

Partita la gara a Marassi dove splende il sole. Due minuti di gioco e già tre calci d’angolo per il Verona, sull’ultimo arriva il destro alto di Faraoni che non impensierisce Audero. Samp in sofferenza a inizio gara, il Verona pressa alto e gioca un ottimo calcio, come al solito, per ora quindi meglio gli scaligeri quando il cronometro segna dieci minuti. Ancora Hellas all’11 con la conclusione di Zaccagni bloccata a terra da Audero. Al 13′ gli ospiti passano con merito, punizione sopra la barriera di Lazovic che si infila nella porta blucerchiatia per lo 0-1. La risposta della Samp arriva al 15′ con Verre che trova il modo di scappare in contropiede e poi dal limite “strozza” il destro che Silvestri devia in angolo.

La Sampdoria non riesce a tenere il pallino del gioco, Ranieri prova a cambiare la posizione degli esterni con Jankto che si sposta a destra a Damsgaard a sinistra per non dare punti di riferimento ad un Verona messo benissimo in campo. Rischiano ancora i blucerchiato con Salcedo che scappa a destra e mette un gran crosso in mezzo su Zaccagni arriva, ma la sua conclusione di testa è debole e Audero blocca a terra. Al 24′ altro colpo di testa, questa volta di Salcedo, che però indirizza male e non trova la porta. La partita arriva alla mezz’ora e i Verona continua a giocare nella metà campo avversaria, la Samp non riesce mai a farsi vedere dalle parti di Silvestri. Al 37′ proteste doriane per una “sportellata di Sturaro su Jankto lanciato a rete, per l’arbitro non è rigore. Finisce così 0-1 un primo tempo in cui il Verona, soprattutto nella prima mezz’ora ha dominato una Sampdoria senza idee e soprattutto molto “leggera” in fase offensiva.

Parte la ripresa e Ranieri cambia subito la sua Samp dentro Candreva, Gabbiadini e Keita per Damsgaard, La Gumina e Verre. Pronti, via e Jankto pareggia subito e nasce tutto dai nuovi entrati. Candreva crossa per Keita che tira, palla respinta da un difensore che finisce sul sinistro di Jankto bravo ad insaccare. Tre minuti più tardi Samp vicinissima al raddoppio ancora con Jankto che si trova tutto solo davanti a Silvestri che in uscita lo ferma, un miracolo del portiere del Verona. E’ tutto un’altra Samp, i cambi hanno dato una nuova linfa ai blucerchiati e adesso è l’Hellas in grossa difficoltà. Juric decide di cambiare fuori Zaccagni e Sturaro, dentro Bessa e Tameze. Dopo la sfuriata della Samp, ora la gara viaggia su ritmi molto più bassi. Al 72′ Candreva lancia Keita che viene travolto da Tameze in area, è rigore. Gabbiadini si presenta dagli undici metri e non sbaglia ribaltando la gara.

Al 77′ Juric manda in campo Favilli al posto di Barak per cercare di dare più peso ad un attacco sparito dal campo durante la ripresa. All’81’ la Samp chiude i conti, Silva calcia una punizione innocua in area, Silvestri però esce malissimo e Thorsby di testa lo punisce con la rete del 3-1. Nel finale c’è ancoira spazio un paio di ottimi interventi di Audero.

Il tabellino di Sampdoria-Verona

Sampdoria-Verona 2-1
Marcatori: 13′ Lazovic, 46′ Jankto, 73′ Gabbiadini (rig.), 81′ Thorsby

Sampdoria (4-4-2) Audero 6,5, Bereszynski 6,5, Colley 6, Yoshida 5,5, Augello 5,5; Damsgaard 5 (46′ Candreva 7), Silva 6, Thorsby 6,5, Jankto 6,5 (86′ Tonelli s.v.); Verre 4,5 (46′ Keita 7), La Gumina 5,5 (46′ Gabbiadini 7). All. Ranieri.
A disposizione: A disposizione: Ravaglia, Letica, Ramirez, Askildsen, Regini, Ferrari, Leris, Quagliarella.

Verona (3-4-2-1) Silvestri 6; Dawidowicz 6, Gunter 5,5 (77′ Lovato s.v.), Dimarco 5,5; Faraoni 5,5, Sturaro 6 (56′ Tamèze 4,5), Barak 6 (77′ Favilli s.v.), Lazovic 6,5; Salcedo 5,5 (80′ Colley s.v.), Zaccagni 6,5 (56′ Bessa 6), Lasagna 6
A disposizione: Berardi, Pandur, Udogie, Ilic, Cetin, Ceccherini, Rüegg.

Arbitro: Dionisi de L’Aquila
Ammoniti: 12′ Verre, 61′ Faraoni, 72′ Tameze, 80′ Dawidowicz, 83′ Keita, 85′ Yoshida

La classifica di Serie A

Di seguito la classifica di Serie A aggiornata. La Sampdoria si avvicina al Verona dopo i tre punti di oggi e rientra nella corsa all’ottavo posto occupato attualmente dal Sassuolo.

 

I precedenti

Marassi è un campo quasi stregato per il Verona che nelle 24 sfide giocate a Genova contro la Sampdoria ha vinto una sola volta. Per il resto sono 16 i successi blucerchiati e 7 i pareggi. L’ultima gara disputata sul terreno del Ferraris è stata quella dell’ 8 marzo 2020 con la Samp che rimontò grazie alla doppietta di Quagliarella l’iniziale vantaggio di Zaccagni. La partita dell’andata al Bentegodi finì sempre 2-1 per i blucerchiati con Quagliarella e Verre in rete e poi Zaccagni, ancora lui, ad accorciare le distanze. L’unico successo dell’Hellas a Genova quello del 1972 con rete di Roberto Mazzanti.

Le curiosità

La Sampdoria ha un problema contro le squadre che partono sopra di lei in classifica, nelle ultime dieci sfide ne ha perse ben sette e ne ha vinte solo due. Potrebbe essere una giornata storica per il Verona che vincendo eguaglierebbe il record di successi esterni in Serie A, sei, delle stagioni 1984-1985 e 2013-2014. Sarà la partita dei giovani, in campo potrebbero andare Damsgaard e Ilic che sono due dei quattro giocatori più giovani ad aver messo a referto almeno 20 presenze in questo campionato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here