Superlega, il Presidente del Liverpool: “Mi scuso con tifosi, giocatori e allenatore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:58
0

Il Presidente del Liverpool John W Henry con un messaggio ufficiale chiede scusa per aver dato il suo benestare alla Superlega.

Presidente Liverpool
Il presidente del Liverpool John W Henry (Credits: Getty Images)

Mentre in Italia Agnelli si dice convinto che il progetto Superlega andrà avanti, in Inghilterra non solo si sfilano, ma chiedono anche scusa. Il presidente del Liverpool, primo club pesantemente contestato dai propri tifosi tra le 12 società fondatrici, si cosparge il capo di cenere: “Voglio scusarmi con tutti i tifosi del Liverpool Football Club per il disagio che ho causato nelle ultime 48 ore”, ha detto il proprietario dei reds.

Il presidente del Liverpool e le scuse per la Superlega

Scusa sentite che non riguardano solo i tifosi ma anche i componenti della squadra che ieri si erano opposti chiaramente alla decisione di far parte della Superlega: “E voglio scusarmi con Jürgen Klopp, i giocatori e tutti coloro che lavorano così duramente alla Liverpool per rendere orgogliosi i nostri fan. Non hanno assolutamente alcuna responsabilità”.

LEGGI ANCHE: La Superlega è sospesa: arriva il comunicato ufficiale!

Dopo le scuse il futuro, con la speranza di poter ricucire un rapporto con la piazza: “So che l’intero team del Liverpool ha l’esperienza, la leadership e la passione necessarie per ricostruire la fiducia e aiutarci ad andare avanti. Più di dieci anni fa, quando siamo entrati nel calcio, abbiamo sognato quello che sognavano i tifosi. E abbiamo lavorato duramente per migliorare il club. Il nostro lavoro non è finito. E spero che capirete che anche quando commettiamo errori, stiamo cercando di lavorare nel migliore interesse del tuo club. In questo sforzo ti ho deluso.

Infine la conclusone con l’ennesima ammissione dell’errore: “Ancora una volta, mi dispiace e solo io sono responsabile della negatività inutile portata avanti negli ultimi due giorni. È qualcosa che non dimenticherò. E mostra il potere che i fan hanno oggi e giustamente continueranno ad avere”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here