Monza, Brocchi esulta dopo la vittoria: “Sono molto contento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:29
0

Una vittoria che può riaprire ogni speranza: il Monza di Brocchi sogna ancora la promozione diretta in Serie A. L’allenatore dei biancorossi ha commentato la vittoria al termine della partita.

Monza Brocchi
Cristian Brocchi, allenatore del Monza [credit: profilo Twitter ufficiale della società]
Una vittoria voluta fino in fondo: il Monza trionfa contro la Salernitana nel segno di Mario Balotelli. L’attaccante entra e spacca la partita con una doppietta (il primo gol è arrivato dopo circa 40 secondi dall’ingresso in campo). Ora Brocchi può sperare nella promozione diretta: il Lecce, prossimo avversario, ha perso contro il Cittadella riaprendo ogni discorso per il secondo posto.
L’allenatore biancorosso ha commentato la vittoria al termine dei 90 minuti: di seguito le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Salernitana-Monza 1-3, la decide Balotelli: cronaca, tabellino e classifica

La conferenza stampa di Brocchi dopo Salernitana-Monza

Quanto vale questa vittoria? Classifica che cambia, prova di gruppo dopo una settimana non facile.
“Sì, sono molto contento perché i ragazzi hanno messo in campo uno spirito incredibile. Hanno lottato insieme, hanno sofferto quando c’era da soffrire, hanno fatto delle ottime cose. Abbiamo vinto una partita difficile contro una squadra forte, che ci sta davanti in classifica, era uno scontro diretto. Posso solo essere orgoglioso di questi ragazzi che oggi sono venuti qui a Salerno a giocare questa grande partita”.

Quanto è stato difficile preparare questa partita alla luce della settimana?
“Diciamo che di difficoltà in questa stagione e di periodi difficili… Ero già abituato a gestire e a viverli. Non ero preoccupato per questo, so di avere dei ragazzi che mettono tutto quello che hanno, quindi non avevo dubbi su questo. Avevo la tranquillità di affrontare una partita con dei giocatori e ho cambiato anche qualcosa nel modo di giocare e nelle caratteristiche dei giocatori che ho messo. Son contento, perché questi ragazzi hanno dato un segnale forte e importante di attaccamento, che è quello che ci chiedono i nostri tifosi, ma è quello che vogliamo noi”.

Cosa l’ha portata a cambiare modulo? Potremo rivedere il 3-5-2?
“Le caratteristiche dei giocatori. Ci sono giocatori che oggi avrebbero potuto soffrire la fisicità della Salernitana, potevano soffrire la velocità di Gondo e di Tutino, quindi abbiamo cercato di avere superiorità numerica in mezzo al campo che ci poteva permettere di sviluppare il gioco sugli esterni. Ho pensato potesse essere una soluzione per la partita di oggi. Mi è andata bene, abbiamo vinto giocando un’ottima partita e quindi va sempre bene”.

È tornato il dottor Galliani in trasferta, mancava dalla partita col Chievo, gol di Balotelli. Ritorno importante per entrambi.
“Il dottor Galliani è di un’importanza assoluta per noi, perché riesce a dare tranquillità a me, riesce a dare uno spirito giusto alla squadra. È una persona che non può non esserci all’interno della nostra squadra. Siamo contenti che sia tornato, sono contento in prima persona di averlo al mio fianco. È un aiuto incredibile”.

Martedì c’è il Lecce, può essere un’arma importante Balotelli che è tornato a segnare?
“Io penso che ogni giocatore si debba sentire importante. Oggi Mario è entrato per pochi minuti, perché ancora non ha minutaggio. Arriva da un piccolo infortunio, veniva da pochi allenamenti. Sinceramente penso di averlo messo dentro al momento giusto, la partita chiedeva una presenza sua che avrebbe sicuramente creato problemi agli avversari e così è stato. Penso che per il secondo gol dovrebbe andare da D’Alessandro e ringraziarlo cento volte”.

Frattesi ha raggiunto gli otto gol, avete deciso come finirà questa scommessa?
“[Ride, ndr] No, tutto a fine campionato. Per me è una gioia immensa, perché questo ragazzo sta facendo un qualcosa di importante a prescindere dagli otto gol. Sono molto orgoglioso di questo perché ci ho creduto ancor prima che lui arrivasse a Monza. È un ragazzo su cui ho puntato in maniera forte, la speranza è che ora qualche gol ce lo faccia Colpani, che è un altro ragazzo fortissimo che oggi ha giocato una partita incredibile, che agonisticamente è ancora indietro rispetto a Frattesi, ma che ha un futuro davanti a sé molto importante”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here