GP di Spagna, Sainz: “È molto speciale essere qui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:24
0

Alla vigilia del Gran Premio di Spagna, il pilota di casa, Carlos Sainz dice: “Ho sempre sognato di correre qui e anche di farlo con la Ferrari” 

Sainz: “È molto speciale essere qui, ma senza i tifosi non è lo stesso ” Credit Foto Scuderia Ferrari Twitter

La Formula 1 vola a Barcellona per il GP di Spagna. Per il pilota di casa, Carlos Sainz, quest’anno sarà speciale visto che da bambino sognava di correre in questo circuito con la Ferrari. “È molto speciale essere qui, questa è la gara più importante dell’anno per me, ma senza i tifosi non è lo stesso – le parole dello spagnolo della Ferrari a Sky -. Io qui a Montmelò ho conosciuto Fernando Alonso quando avevo 10 anni, poi ho incontrato Michael Schumacher, Jean Todt e soprattutto ho conosciuto il mondo della Formula 1. Ho sempre sognato di correre qui e anche di farlo con la Ferrari: quando uno è piccolo sogna sempre una carriera al Cavallino e ora ci sono ed è fantastico”.

Leggi anche -> Ferrari, Leclerc: “L’obiettivo? Essere subito dietro Mercedes e Red Bull”

Sainz: “Non possiamo ancora lottare con la Red Bull e la Mercedes”

Siamo la Ferrari e vogliamo battere tutti: quest’anno abbiamo recuperato tanto, ma non possiamo ancora lottare con la Red Bull e la Mercedes e speriamo di sfruttare bene il 2022 per crescere. Io sto lavorando bene, ma serve più di un anno un po’ per arrivare al limite. È un percorso lungo e difficile, ogni macchina si guida con un determinato stile e quello della Ferrari è completamente diverso dalla McLaren: io devo essere comodo sulla monoposto e sapere come funziona l’assetto e queste cose le impari solo sbagliando, ma ora so con chi devo parlare in scuderia e sto crescendo. Quando la Ferrari mi ha chiamato ero nervoso ma non emozionato e non ci ho creduto finché non ho firmato il contratto: a Maranello sto bene, mi sento come a casa, parlo anche italiano, lo conosco dai tempi del kart, come facevo alla Toro Rosso“.

Leggi anche -> Sainz: “La Ferrari cresce, che coppia con Leclerc”

Lo spagnolo ha parlato anche dell’inizio dei suoi colleghi esprimendo le sue opinioni: “Lewis Hamilton vuole continuare a fare la differenza come pilota e si vede che sta spingendo più che mai. Lando Norris si vedeva già l’anno scorso che era bravo e sta facendo un inizio di stagione molto buono. Leclerc? A padel vinco io, ma voglio migliorare...”. E su Max Verstappen: “Può vincere il mondiale quest’anno: vuole dimostrare che può riuscirci pure con una macchina inferiore“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here