Pioli suona la carica: “Possiamo battere chiunque. Zlatan un esempio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48
0

Stefano Pioli ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la conferenza stampa in vista del match di domani sera tra Milan e Juventus.

Milan Pioli
L’allenatore del Milan Stefano Pioli (Credits: Getty Images)

Grande attesa per lo scontro diretto di domani sera, il posticipo tra Juventus e Milan. La gara chiuderà la 35.a giornata di Serie A e rappresenterà un vero match da dentro/fuori per la corsa alla zona Champions League.

La conferenza stampa di Pioli

Si parte con una domanda sul trend positivo del Milan in trasferta: “Per la partita di domani sarà utile tutto, soprattutto il percorso che abbiamo fatto. Abbiamo la possibilità di dimostrare di essere diventati maturi. Saper giocare da squadra attenta, saper leggere situazioni sarà l’aspetto più importante”.

Juve-Milan partita più stimolante del suo percorso? “Che sia la più affascinante e importante credo di sì. I sogni sono belli solo se si realizzano. L’abbiamo pensata e preparata, abbiamo la nostra strategia. E’ una partita talmente stimolante che l’abbiamo pensata nel miglior modo possibile”.

Sul cammino nelle ultime 4 partite: “Domani chi vince ha grandissime possibilità di andare in Champions, ma non è finita li. Ci sono altri 9 punti a disposizione. Abbiamo due scontri diretti da qui alla fine, siamo padroni del nostro destino, vincendoli avremo grosse possibilità. Il calendario è questo, strano vedere un infrasettimanale a maggio ma lo affronteremo”.

Pioli ha anche commentato il suo pupillo, Zlatan Ibrahimovic, con cui oramai ha un rapporto speciale. L’importanza di Zlatan è evidente ma le vittorie arrivano per l’interpretazione delle gare di tutta la squadra. “Siamo la formazione che tira di più da fuori area ma che segna di meno. Dovremo sfruttare meglio le nostre occasioni e essere più compatti nella fase di non possesso. E’ chiaro poi che Ibrahimovic ci potrà dare una grande mano”, ha detto il tecnico rossonero.

Oltre a Leao e Rebic, ci potrebbe essere una chance per Brahim Diaz nella gara di domani, anche se Ibrahimovic non sarà da solo nella manovra offensiva. Pioli ha detto che non servono tanti attaccanti per essere offensivi. La scelta dipenderà dalle caratteristiche dei calciatori che scenderanno in campo. L’importante è che i giocatori impensieriscano la difesa avversaria.

Il Milan non ha mai vinto allo Stadium e Pioli ci crede. “Sappiamo che affrontiamo un avversario con grande qualità e con giocatori forti ma crediamo nelle nostre capacità. Il Milan vuole battere questi tabù e possiamo riuscire con intensità e qualità a ottenere una prestazione importante”, ha dichiarato l’allenatore del Milan, che ha poi continuato dicendo – “Noi ci crediamo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here