Sampdoria-Spezia 2-2 cronaca, highlights, tabellino, classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:42
0

Finisce 2-2 a Marassi tra Sampdoria e Spezia, a segno Pobega, Keita e Verre in un match intenso e spettacolare.

Sampdoria Spezia
Uno scatto dall’ultima sfida tra Sampdoria e Spezia (Getty Images)

Un punto d’oro per lo Spezia che a Genova va due volte in vantaggio con Pobega ma viene sempre ripreso, prima da Verre e poi da Keita. La squadra di Italiano, grazie alla vittoria dell’Atalanta con il Benevento, vola a più quattro sul terzultimo posto. Per la Sampdoria niente vittoria dopo i cinque schiaffi di San Siro.

La cronaca e gli Highlights di Sampdoria-Spezia

Ranieri opta per il rombo di centrocampo con Ekdal regista e Verre trequartista, in attacco Gabbiadini e Quagliarella. Per Italiano rivoluzione offensiva con Farias e Saponara al fianco del giovane Piccoli. Nzola è fuori per motivi disciplinari.

Partita da qualche minuto la gara a Marassi per adesso è la Samp a giostrare e lo Spezia che aspetta gli avversari per poi ripartire. All’ 8′ grande intuizione di Saponara che pesca Piccoli in area di rigore ma il colpo di testa del giovane attaccante finisce alto di poco. Due minuti più tardi è Bastoni a calciare da dentro l’area di rigore ma Audero para a terra senza problemi. Primi dieci minuti con un Saponara sugli scudi.

Al 15′ Pobega porta in vantaggio i suoi, azione avvolgnete con Salva Ferrer che mette in mezzo e Pobega che dopo un rimpallo trova la rete da due passi. Al 23′ ripartenza fulminante dello Spezia con Piccoli che serve un gioiello a Farias, ma l’ex Cagliari solo davanti ad Audero spara altissimo. Al 30′ guizzo di Quagliarella che mette un bel pallone sul secondo palo, ma nessun compagno arriva per la deviazione in porta. Al 34′ pareggia la Samp con Verre che raccoglie la respinta del palo di Gabbiadini e appoggia in rete l’1-1.

La gara ora sembra essere più lenta, anche se la Samp sembra aver preso il sopravvento in materia di possesso palla. L’ultima emozione del primo tempo è un colpo di testa debole di Gabbiadini ben bloccato da Provedel.

inizia la ripresa a Marassi e Italiano cambia subito dentro Gyasi e fuori Piccoli. Primi cinque minuti senza emozioni. Al 54′ mischia in area dello Spezia ma Gabbiadini non trova il tempo per colpire e Provedel sbroglia la situazione. Pochi secondo dopo risposta dei bianchi, stasera in maglia nera, con gran botta da fuori di Ferrer e Audero a respingere in tuffo. Poi è il turno di Quagliarella che scalda il destro ma la palla finisce sull’esterno della rete. Al 65′ azione personale di Keita che rientra sul destro e cerca il secondo palo, senza trovare di pocchissimo la porta.

Due minuti più tardi l’azione che può decidere il campionato dello Spezia, Gyasi mette Farias solo davanti alla porta sguarnita ma l’attaccante colpisce il palo commettendo un errore gravissimo. Per fortuna delle Aquile al 74′ Pobega segna l’ 1-2 con una gran corsa fino a raggiungere il pallone in area, poi il dribbling secco su Yoshida e il detro su cui Audero non può nulla. All’80 pareggia ancora la Samp con Keita che mette in porta il pallone che Yoshida gli offre su un piatto d’argento

Il tabellino di Sampdoria-Spezia

MARCATORI: 15′ Pobega, 32′ Verre, 74′ Pobega, 80′ Keita

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva, Ekdal, Jankto; Verre; Quagliarella, Gabbiadini (62′ Keita). A disposizione: Letica, Torregrossa, Ramírez, Rocha, Askildsen, Thorsby, Regini, La Gumina, Ferrari, Léris, Damsgaard. Allenatore: Ranieri.

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Ferrer, Erlic, Terzi, Bastoni; Maggiore (87′ Verde), Sena (75′ Estevez), Pobega (75′ Agudelo); Farias, Piccoli (61′ Gyasi), Saponara. A disposizione: Zoet, Marchizza, Galabinov, Agoume, Capradossi, Ismajli, Dell’Orco, Vignali. Allenatore: Italiano.

Ammoniti: 34′ Maggiore, 66′ Verre, 88′ Farias, 89′ Ekdal

La classifica di Serie A

Di seguito la classifica di Serie A aggiornata

I precedenti

C’è un solo precedente tra le due squadre ed è quello della gara di andata di questo campionato. Le due squadre non si sono affrontate mai in altre competizioni se non in questa Serie A. L’11 gennaio scorso a vincere furono le Aquile che al Picco si presero l’intera posta con il risultato 2-1. Rete in apertura di Terzi, ma pochi minuti dopo arriva il pareggio di Candreva. Nella ripresa a siglare la rete decisiva al 61’ Nzola su rigore.

Le curiosità

La Sampdoria vuole far tornare Marassi un fortino, dopo le due vittorie di fila, di cui l’ultima con la Roma, può allungare la striscia a tre, un evento che non si verifica dal 2019 con Giampaolo in panchina. Il momento per lo Spezia è delicato con almeno un gol subito nelle ultime 13 giornate e cinque gare senza vittorie: tre sconfitte e due pareggi. Gli aquilotti inoltre sono la squadra che ha incassato più reti nei secondo tempi, ben 45, solo il Crotone con 49 ha fatto peggio. Italiano punta forte su Piccoli che è uno dei soli sei giocatori nati dopo il 2001 con almeno cinque gol segnati nei migliori cinque campionati europei in questa stagione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here