Lazio, Sarri furioso in conferenza: “Voglio una reazione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:59

La Lazio di Maurizio Sarri cerca il riscatto dopo la pessima prestazione contro il Bologna prima della sosta. Il mister toscano ha presentato la delicata sfida all’Inter in conferenza stampa.

Maurizio Sarri, allenatore della Lazio (credit: Getty Images)
Maurizio Sarri, allenatore della Lazio (credit: Getty Images)

Domani pomeriggio alle ore 18 andrà in scena il big match del sabato. La Lazio di Maurizio Sarri ospiterà allo Stadio Olimpico la detentrice dell’ultimo campionato di Serie A, l’ Inter di Simone Inzaghi. È una sfida molto importante per i biancocelesti in vista del loro futuro, una prova di maturità dopo la pesante sconfitta del Dall’Ara contro il Bologna. Maurizio Sarri lo ha sottolineato in conferenza stampa: ecco le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE –> Fiorentina, Vlahovic ritrova i tifosi: riflettori su di lui

LEGGI ANCHE –> Inter, Marotta al lavoro per i rinnovi: vicina l’intesa con un big

Lazio, la conferenza stampa di Sarri

“Abbiamo giocato da squadra superficiale”

Maurizio Sarri ha aperto la conferenza stampa analizzando l’ultima prestazione negativa contro il Bologna, aspettandosi una reazione dal punto di vista caratteriale e del gioco da parte dei suoi. L’atteggiamento e la svogliatezza di quella partita hanno vanificato immediatamente la convincente vittoria del derby.

“Dobbiamo gettare delle basi, trovare solidità, poi cercheremo un calcio che soddisfi tutti”

L’allenatore della Lazio non vuole creare false illusioni: la sua squadra ha bisogno di tempo per far propri i concetti di gioco visti nelle esperienze passate, in particolare alla guida di Napoli e Chelsea. La squadra biancoceleste sta attraversando un anno di transizione e non sarà facile affrontare soprattutto questo tipo di partite.

“Immobile si sta allenando da due giorni, è stato fermo e gli ha fatto bene”

La grande notizia per i tifosi biancocelesti è il recupero a pieno regime del suo attaccante di punta. L’assenza di Immobile a Bologna si è fatta sentire eccome, Muriqi ancora una volta ha deluso e la Lazio sembra perdere molte certezze senza il suo numero 17. Il suo recupero è di fondamentale importanza e l’attaccante napoletano avrà una motivazione in più rispetto ai suoi compagni: segnare il suo primo gol all’ Inter con la maglia della Lazio, tra l’ altro l’unica squadra di Serie A rimasta.

“Simone Inzaghi ha fatto bene e in questo momento è in una panchina importante”

Sarà la prima volta da avversario per Simone Inzaghi, una vita alla Lazio sia da giocatore che da allenatore, dove ha lavorato benissimo riportando la squadra in Champions League dopo 13 anni. La sfida tra i due allenatori è uno dei confronti più interessanti della settimana, c’è stima e rispetto reciproco ma in campo si va per vincere ed entrambi proveranno a farlo.