Crisi Juventus: dopo il flop, addio in vista di un attaccante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:33

Juventus in crisi dopo il flop contro il Sassuolo: Allegri lo difende, ma lui non ci sta. Si prospetta un addio eccellente?

allegri juventus
Massimiliano Allegri, allenatore Juventus [credit: Getty Images] – meteoweek
Agata Christie scriveva nei sui romanzi che tre indizi fanno una prova. La prova che la crisi della Juventus parte dall’attacco con l’attaccante in piena difficoltà. Il diktat del “corto muso” rischia di essere un’arma a doppio taglio se metti insieme sei gol in sei partite. Prima dell’Inter il problema non si è palesato ma, con il bottino di un punto nelle ultime due, il problema dell’attacco è il primo a finire sotto accusa.

LEGGI ANCHE–>Napoli-Bologna 3-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

I tre indizi della crisi della Juventus

I tre indizi che fanno un prova dei problemi offensivi della Juventus sono i tre tiri in quattro partite di Morata. Lui che dovrebbe essere il bomber bianconero, colui che finalizza l’azione, fa fatica a tirare in porta. È dalla partita con il Milan, alla quarta giornata, che la punta spagnola non segna e dalla successiva con lo Spezia che non mette lo zampino in un gol bianconero. A suo discapito c’è da dire che la Juventus ha creato ben poche palle nelle ultime quattro partite. Allegri lo difende dicendo che a fine anno avrà fatto gol importanti per vincere le partite. D’altronde non si può chiedere a Morata di fare trenta gol a stagione come Ronaldo ma nemmeno tre gol in dieci partite di campionato.

La soluzione offensiva

La Juventus sta studiando una soluzione per sopperire alla mancanza di gol. Infatti, la Gazzetta dello sport dice che c’è stato un primo contatto tra gli agenti di Vlahovic e i dirigenti bianconeri. L’attaccante serbo sarebbe il profilo giusto, secondo la Juve, per garantire gol e un ringiovanimento della rosa. La Fiorentina per liberarlo a gennaio chiede sessanta milioni, forte della scadenza nel 2023, ma il prezzo è destinato a scendere. Nel caso arrivasse la punta viola a farne le spese sarebbe Morata, visto che il giocatore è in prestito dall’Atletico Madrid, e potrebbe essere rispedito in Spagna con tanti saluti e baci.