Conferenza stampa Roma, Mourinho: “Tutti i calciatori son fedelissimi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31

Josè Mourinho è intervenuto in conferenza stampa per Roma-Milan. L’allenatore ha sottolineato come tiene in considerazione tutti i calciatori della rosa.

mourinho roma
Jose Mourinho, allenatore Roma [credit: Getty Images] – meteoweek
Nella giornata che precede il big match di giornata, Roma-Milan, è intervenuto in conferenza stampa Josè Mourinho. I giallorossi dopo la vittoria in trasferta contro il Cagliari vogliono bissare con il Milan per non perdere terreno alla corsa Champions. L’allenatore portoghese ha sottolineato come tutti i calciatori della sua rosa sono fedelissimi.

La conferenza stampa di Mourinho

“Personalmente mi piace giocare contro i migliori e penso di trasmettere bene ai giocatori questa sensazione di affrontare squadre più in alto in classifica e con obiettivi diversi dai nostri” 

Apre così la conferenza stampa Mourinho. Continuando che non ci sono problemi ma solo motivazioni. Il tecnico parla anche di Pioli e dice che al Milan ha fatto un lavoro simile a quello che lui deve fare alla Roma e con grande merito sta migliorando la squadra.

“Purtroppo posso iniziare solo con undici in campo e dodici in panchina che sono tanti. Non posso convocare tutti. I fedelissimi sono tutti i miei calciatori, non solo Mkhitaryan 

Mourinho risponde così sull’impiego di Mkhitaryan domani. Incalzato però sul fatto che giochi o meno dice non rispondo. Il tecnico parla anche di Spinazzola dichiarando che il processo di riabilitazione sta procedendo bene ma non può dire con certezza quando tornerà.

LEGGI ANCHE–>Conferenza stampa Milan, Pioli: “Cambio a centrocampo”

 

“Vogliamo segnare di più e se possibile subire di meno. Guardando ai gol subiti, due in quattro, è una media positiva. Abbiamo giocato contro squadra importante” 

L’allenatore risponde così alla domanda sulla difesa. Aggiungendo che l’organizzazione difensiva è importante e pansa che stanno migliorando. Mourinho descrive anche la difesa sui calci piazzati dicendo che non lasciano saltare gli avversari e i Milan ha Ibra e Giroud che sono molto difficili da marcare.