Italia, Joao Pedro in Nazionale è un’ipotesi concreta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:06

L’ipotesi di vedere Joao Pedro in Nazionale sta diventando sempre più concreta: l’attaccante del Cagliari potrebbe essere convocato a marzo per i playoff dei Mondiali del Qatar.

Joao Pedro Nazionale
Joao Pedro, attaccante del Cagliari [credit: Getty Images] – Meteoweek

Joao Pedro in Nazionale, ipotesi concreta

Se ne parla da ieri sera: Joao Pedro potrebbe essere il nuovo convocato da Mancini in vista dei playoff di marzo per i Mondiali del 2022. L’attaccante del Cagliari è brasiliano, ma vive stabilmente in Italia dal 2014, anno del trasferimento in Sardegna (prima una breve esperienza al Palermo nel 2010): in Sicilia ha conosciuto sua moglie. Sposandosi con una cittadina italiana, Joao Pedro ha acquisito la doppia cittadinanza (nel 2017).

Ieri il direttore del Cagliari Capozucca ha lanciato l’ipotesi: “Servono punte, perché non convocare Joao Pedro?”. La pista starebbe prendendo forma, ma ci potrebbe essere un problema.

LEGGI ANCHE -> Berrettini, continua l’incubo: addio alla Coppa Davis
LEGGI ANCHE -> Fiorentina, Italiano in conferenza stampa: “Importante l’atteggiamento”

Joao Pedro e l’Azzurro: un unico ostacolo

Sulla validità del calciatore non ci sono assolutamente dubbi, come non ci sono per la collocazione tattica: ormai Joao Pedro è diventato un attaccante da diverso tempo dopo anni vissuti sulla trequarti. Mancini potrebbe schierarlo al centro del tridente, anche se la punta titolare rimarrebbe Ciro Immobile. Bisognerebbe valutare anche chi potrebbe lasciargli il posto: l’attaccante della Lazio, se in salute, è inamovibile. Difficilmente il CT rinuncerebbe anche a Belotti (attaccante forte fisicamente e unico per le caratteristiche che ha) e a Raspadori, un vero pupillo di Mancini. Il capitano del Cagliari potrebbe giocarsi dunque la convocazione con Scamacca e Kean, ma da oggi a marzo c’è molto tempo.

Tuttavia, potrebbe esserci un ulteriore ostacolo tra la maglia Azzurra e il capitano del Cagliari: un torneo giocato con il Brasile a livello U17.

Il precedente del Papu

Una situazione analoga si è vissuta pochi anni fa, quando gli Azzurri stavano valutando l’ipotesi di portare in Nazionale il Papu Gomez: l’ex Atalanta aveva tutti i prerequisiti per ottenere la cittadinanza italiana, ma la pista non si concretizzò per un torneo giocato con l’Argentina Under 20. In seguito, il fantasista è diventato un convocato fisso dell’Albiceleste, con cui ha vinto l’ultima Copa America. Per Joao Pedro bisognerà capire se un torneo con l’Under 17 abbia lo stesso valore: gli addetti ai lavori si sarebbero già messi in moto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cagliari Calcio (@cagliaricalcio)