Juve, Allegri: “Inizia periodo con tante partite importanti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:22

Max Allegri in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Lazio di Sarri, spiega che è sempre dura dopo la sosta: “Dobbiamo riabituarci a giocare”

Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Twitter)
Massimiliano Allegri allenatore della Juventus (Credit Foto Twitter)

Massimiliano Allegri alla vigilia del match contro la Lazio elogia le squadre che negli ultimi 10 anni si sono divisi i trofei e, dopo vari cambiamenti e difficoltà, stanno lottando per il quarto posto. “Sarà difficile, importante. È la ripresa dopo la sosta e dobbiamo riabituarci a giocare. Poi abbiamo tante partite importanti“.

Leggi anche —> Juventus, senti Nedved: “L’anno scorso vinti due trofei su quattro”

Allegri sulle condizioni della squadra

Max spiega di aver incontrato solo i giocatori tornati dalle qualificazioni europee, i sudamericani, che sono  arrivati con un po’ di ritardo, non è riuscito ancora a vederli. “Valuterò oggi le condizioni della squadra. Dybala proverà a fare allenamento, ha voglia di essere a disposizione ma devo ancora capire. Kean ha lavorato bene in questo periodo e domani sarà a disposizione. Ramsey ieri durante l’allenamento ha avuto un risentimento ad un flessore“. De Sciglio, non ancora a disposizione sta proseguendo bene nel suo recupero, la speranza è che possa tornare in gruppo dopo la sfida di Champions League contro il Chelsea. Federico Bernardeschi invece non sarà disponibile ancora per 15/20 giorni.

Situazione Dybala

L’allenatore dei bianconeri spiega come sta Dybala: “Ieri non ha fatto niente, oggi farà allenamento. Proverà anzi a farlo dopo una settimana senza allenarsi“. L’argentino sta dimostrando di voler essere a disposizione della squadra e del mister ma bisogna ancora verificare le sue condizioni. Il polpaccio il suo punto debole in questo momento, anche se non è emerso niente a livello strumentale.

Leggi anche —> Juventus, Dybala sottoposto ad accertamenti: ecco come sta

Intanto, il numero 10 della Juventus, in un’intervista al magazine di moda ‘L’Officiel’ ha ripercorso le tappe della sua carriera e ha parlato del suo futuro. “Ho vinto scudetti, Coppe Italia e Supercoppe. Sono felice di aver segnato oltre 100 gol, voglio continuare a essere un giocatore importante per la Juventus e crescere come persona e come uomo“. Il 28enne ha ancora molti obiettivi che vuole raggiungere e realizzare. In primis vorrebbe vincere il Mondiale con la sua nazionale e poi portare a Torino la coppa dalle grandi orecchie, un traguardo che la Juve insegue da tanto tempo.