Lazio-Juventus 0-2: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:10

La Juventus sbanca l’Olimpico battendo la Lazio 0-2, decisiva una doppietta di Bonucci su rigore: il tabellino e le dichiarazioni degli allenatori.

Leonardo Bonucci, difensore della Juventus (credit: Getty Images)
Leonardo Bonucci, difensore della Juventus (credit: Getty Images)

Cronaca del match

Primo tempo

Partita equilibrata nel primo con la Lazio che controlla il gioco e la Juventus schierata dietro e pronta a ripartire, ma non ci sono particolari opportunità da rete. Al 23′ però cambia il risultato: Di Bello, richiamato al Var per un tocco in area di Cataldi su Morata, concede un calcio di rigore dubbio ai bianconeri. Bonucci si prende la responsabilità e calcia in modo imparabile per Reina, portando la Juventus in vantaggio. La Lazio accusa il colpo e non riesce mai a trovare i varchi per impensierire Szczesny. Anzi l’occasione migliore è della Juventus che va vicina al raddoppio con una semirovesciata in area di rigore di Morata su bel cross di Cuadrado; lo spagnolo calcia però di poco alto sulla traversa e manda le squadre al riposo sullo 0-1.

Secondo tempo

La partita nel secondo tempo continua sulla falsa riga del primo, con la Lazio che continua a cercare spazi dove la Juve non ne concede. La squadra bianconera va vicina al raddoppio ancora con Bonucci che mette fuori da pochi passi dopo una mischia su calcio d’angolo. I minuti passano e la Juventus cerca di addormentare la partita facendo innervosire i giocatori della Lazio. A dieci minuti dalla fine ecco l’episodio che chiude la partita: Chiesa lanciato in profondità salta Reina che, cercando disperatamente di recuperarlo, lo stende. Ancora calcio di rigore e ancora Bonucci, grande protagonista della partita, che porta la Juve sullo 0-2.

LEGGI ANCHE –> Atalanta-Spezia 5-2: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

LEGGI ANCHE –> Fiorentina – Milan: formazioni ufficiali e match live

Lazio-Juventus 0-2: tabellino

Reti: 23′ rig. e 83′ rig. Bonucci

Lazio (4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic-Savic, Cataldi (84′ Basic), Luis Alberto; Felipe Anderson (75′ Raul Moro), Zaccagni (65′ Muriqi), Pedro.
A disposizione: Strakosha, Adamonis, Vavro, Patric, Radu, Leiva, Escalante, Akpa Akpro, Basic, Romero, Muriqi, Raul Moro.
All. Sarri
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Pellegrini; Cuadrado, McKennie, Locatelli (89′ Bentancur), Rabiot; Morata (74′ Kean), Chiesa.
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Rugani, Alex Sandro, Bentancur, Arthur, Kulusevski, Kaio Jorge, Kean.
All. Allegri
Ammoniti: Hysaj, Reina, Luis Alberto (L); Cuadrado (J)

Dichiarazioni post partita

Maurizio Sarri

(in attesa)

Massimiliano Allegri

Allegri si è presentato davanti alle telecamere molto soddisfatto per la partita della squadra, che ha avuto occasioni per fare gol senza concedere nulla alla Lazio. Secondo il mister bianconero la squadra deve crescere nei momenti decisivi, ma oggi può ritenersi appagato dal risultato ottenuto. La sua Juve ha perso troppi punti contro medio-piccole per eccessiva sufficienza e superficialità, caratteristiche che una grande squadra non può avere.

Sulla buona partita di Pellegrini ha dichiarato: “Pellegrini è partito incerto, ma è migliorato con il passare dei minuti”. Mentre su Rabiot, autore anche lui di un’ottima prestazione: “Ha limitato tantissimo Milinkovic-Savic, ma la differenza la fa lo spirito in generale”.