Inter-Shakhtar 2-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:39

L’Inter batte lo Shakhtar 2-0 grazie ad una doppietta di Dzeko e vede gli ottavi da molto vicino: di seguito cronaca e tabellino del match.

Inter Shakhtar tabellino
Edin Dzeko esulta dopo il gol dell’1-0 [credit: Getty Images] – Meteoweek

Cronaca del match

Primo tempo

L’Inter ha la prima occasione da gol nitida dopo 11 minuti grazie alla classica azione sulla sinistra di Perisic: sul suo cross basso si avventa Barella, che però scivola calciando e non trova la porta. Al 15′ arriva anche la prima conclusione in porta dello Shakhtar: Dodo scarica un destro potente dalla distanza, ma Handanovic è attento e blocca sul suo palo. Al 23′ i nerazzurri sfiorano il vantaggio da calcio d’angolo: Ranocchia salta molto bene e colpisce il pallone di testa non centrando la porta di poco. Due minuti dopo è Dzeko ad avere una chance clamorosa, ma il bosniaco, a tu per tu con Trubin, colpisce il portiere. Il duello si replica subito dopo con un colpo di testa ben indirizzato del centravanti nerazzurro: reattivo l’estremo difensore ucraino. La squadra di Inzaghi e continua a creare occasioni: Barella trova bene Lautaro in verticale, ma Trubin ferma l’argentino in uscita bassa.

Secondo tempo

L’Inter sblocca il match al 61′ dopo una lunga azione manovrata partita da Handanovic e conclusa da Dzeko: il bosniaco calcia di prima intenzione dai 16 metri il pallone sputato dalla difesa ucraina battendo Trubin. Il bosniaco raddoppia poco dopo: Perisic sfonda sulla sinistra e mette un pallone sul secondo palo che il 9 deve solo spingere in porta con la testa. All’82’ gli ucraini hanno l’occasione per accorciare le distanze, ma il tiro a colpo sicuro di Dodo si schianta sul palo.

LEGGI ANCHE -> Spartak Mosca – Napoli 2-1: cronaca del match, tabellino

Inter-Shakhtar – Tabellino

Inter-Shakhtar 2-0 (61′, 67′ Dzeko)
Ammonizioni
: 49′ Vitao

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Darmian (78′ D’Ambrosio), Barella (78′ Vidal), Brozovic, Calhanoglu (86′ Sensi), Perisic (86′ Dimarco); Dzeko, Lautaro Martinez (68′ Correa).
A disposizione: Cordaz, Radu, Dumfries, Kolarov, Dimarco, D’Ambrosio, Gagliardini, Vecino, Sensi, Vidal, Correa.
Allenatore: S. Inzaghi

Shakhtar (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Vitao, Marlon, Matviyenko; Stepanenko (46′ Marcos Antonio), Maycon; Tete (80′ Marlos), Pedrinho (73′ Bondarenko), Solomon, Fernando (81′ Mudryk).
A disposizione: Shevchenko, Pyatov, Kryvstov, Marcos Antonio, Marlos, Bondarenko, Mudryk, Konoplia, Korniienko, Sikan, Konoplyanka, Bondar.
Allenatore: R. De Zerbi

Dichiarazioni post partita

Simone Inzaghi

L’allenatore nerazzurro vede gli ottavi da vicino: in caso di vittoria del Real contro lo Sheriff la qualificazione sarà matematica. Secondo Inzaghi, questo è un grande traguardo: “Il giorno che firmai dissi che c’era questo obiettivo. Ora aspettiamo, ma abbiamo 10 punti e veniamo da tre vittorie consecutive”. 

Inzaghi si è detto soddisfatto per il lavoro svolto in questi primi mesi e ha elogiato i calciatori: “I ragazzi mi seguono, sono straordinari in questi”. L’allenatore ha anche aggiunto di voler recuperare i punti persi in campionato.

Una carezza in particolare per Perisic, apparso in grandissima condizione nelle ultime partite: “Sta facendo benissimo Ivan, l’ho affrontato per quattro anni di fila ed era sempre un problema. Per noi è un valore aggiunto”.