UFFICIALE – Milan, Pioli ha firmato il rinnovo fino al 2023: ecco i dettagli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02

Il Milan e Stefano Pioli proseguiranno il loro rapporto, è infatti arrivata oggi la firma sul nuovo contratto: di seguito le cifre del rinnovo.

Stefano Pioli, allenatore del Milan (credit: Getty Images)
Stefano Pioli, allenatore del Milan (credit: Getty Images)

È arrivato il giorno dell’ufficialità di quello che ormai da tempo pareva scontato: il matrimonio tra il Milan e Pioli proseguirà ancora. L’allenatore parmigiano, da quando si è seduto sulla panchina rossonera, ha avuto un rendimento incredibile che ha permesso al Diavolo di tornare in Champions League dopo sette anni. Il Milan con il suo arrivo ha cambiato totalmente pelle: puntando sui giovani e dando un’identità di gioco precisa, ha riportato i rossoneri a competere per lo scudetto dopo anni di anonimato. Oltre a ciò il Milan, nonostante il brutto avvio in Champions a livello di risultati, può ancora sperare nella qualificazione agli ottavi dopo la vittoria di ieri sera al Wanda Metropolitano. Arrivato tra lo scetticismo generale, Pioli ha conquistato i tifosi ottenendo un meritato rinnovo.

LEGGI ANCHE –> Cagliari, Mazzarri: “Se facciamo il nostro abbiamo buone possibilità”

LEGGI ANCHE –> Napoli installata la statua dedicata a Maradona davanti allo stadio

Milan, le cifre del rinnovo e le parole di Pioli

Curiosità vuole che anche nella passata stagione il rinnovo di Pioli avvenne prima di una partita contro il Sassuolo, avversario del Milan domenica pomeriggio. L’allenatore del Milan ha firmato il prolungamento fino al 30 giugno 2023, con opzione per un altro anno. Il nuovo stipendio dovrebbe invece oscillare tra i 3 e i 4 milioni, con un aumento corposo rispetto ai 2 attuali. Pioli subito dopo l’ufficialità ha rilasciato delle dichiarazioni alla tv rossonera: “Ringrazio il Club per avermi dato la possibilità di allenare una squadra competitiva ma anche ricca di importanti valori, quelli che non devono mai mancare e che rendono il Milan unico. Sono orgoglioso del percorso fatto fino ad ora, del rapporto di empatia che si è creato con i dirigenti, della crescita dei miei calciatori e della passione che caratterizza tutti coloro che lavorano in questa gloriosa società. I nostri tifosi sono straordinari e spero di ricambiare il loro affetto rendendo il Milan sempre più competitivo“.

I numeri di Pioli sulla panchina rossonera

La prima di Pioli sulla panchina del Milan fu il 20 ottobre del 2019 contro il Lecce nell’ottava giornata di Serie A. Il Milan con Giampaolo aveva collezionato quattro sconfitte nelle prime sette ed era in grande crisi di gioco. L’inizio di Pioli non fu comunque facile: dopo le sconfitte contro Roma, Lazio e Juventus, arrivò il famoso 5-0 contro l’Atalanta, nella partita in cui il Milan toccò il fondo. Dopo il lockdown e la ripresa del campionato, proprio contro il Lecce, il Milan ha iniziato a volare e non si è più fermato. Prima un sesto posto, poi l’exploit dell’anno scorso in cui i rossoneri sono finiti alle spalle solo dell’Inter, e adesso quest’anno. I numeri parlano chiaro: Pioli in 106 partite sulla panchina del Milan ha una media di 1,96 punti, più di Ancelotti, C. Maldini e Allegri, e la seconda nella storia del Diavolo.