Sassuolo-Napoli 2-2: le dichiarazioni di Dionisi e Spalletti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:05

Sassuolo e Napoli hanno dato vita ad un match entusiasmante terminato sul 2-2 grazie al gol di Ferrari all’89’: di seguito le dichiarazioni di Dionisi e Spalletti.

Sassuolo Napoli
Alessio Dionisi (allenatore del Sassuolo) e Luciano Spalletti (allenatore del Napoli) [credit: Getty Images] – Meteoweek

Sassuolo-Napoli, partita senza fine

Sassuolo e Napoli hanno dato vita ad un match ricco di emozioni. Gli azzurri sono andati avanti di due gol grazie a Fabian Ruiz e Mertens, ma la squadra di Dionisi ha reagito con le reti di Scamacca e Ferrari. La partita sarebbe potuta finire con un incredibile 3-2 con il sigillo di Defrel nel recupero, ma un fallo di Berardi su Rrahmani ad inizio azione ha portato il VAR ad annullare il gol.
La squadra di Spalletti (espulso nel finale per proteste) resta comunque al comando in solitaria, ma il Milan di Pioli (-1) e l’Inter di Inzaghi (-2) si stanno avvicinando velocemente. Nel prossimo turno ci sarà lo scontro diretto fra Napoli e Atalanta che tanto potrà dire sulle ambizioni di entrambe le squadre.
I neroverdi, invece, ottengono un altro risultato positivo contro una big dopo le vittorie di Torino con la Juve e a San Siro con il Milan: Dionisi può godersi così una classifica in netto miglioramento dopo un inizio difficile.

I due allenatori hanno commentato la gara in conferenza stampa al termine del match: ecco le loro dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Genoa-Milan 0-3: le dichiarazioni di Shevchenko e Pioli
LEGGI ANCHE -> Sassuolo-Napoli 2-2: cronaca del match e tabellino

Alessio Dionisi

“Soddisfazione e rammarico”

Dionisi si è detto prima soddisfatto e poi rammaricato: “Fino al 90′ grandissima soddisfazione, al 95′ quando l’arbitro ha fischiato c’è un po’ di rammarico perché abbiamo esultato per il terzo gol”. L’allenatore neroverde ha dichiarato di aver fatto i complimenti alla squadra al termine della partita, aggiungendo che sarà necessario prendere consapevolezza dopo questo risultato.

“Siamo dove meritiamo”

L’allenatore del Sassuolo ha confessato di non sapere dove può arrivare questa squadra, aggiungendo però di essere dove merita: “Siamo dove meritiamo, con prestazioni più positive dei risultati ottenuti, ma dopo 15 partite si ha quel che si merita”. L’obiettivo, secondo Dionisi, è volere ancora di più dopo aver visto le ultime due partite. Tuttavia, secondo lui la prossima gara con lo Spezia sarà più difficile: “Lì dovremo dimostrare di essere cresciuti”. 

“Non ho rimpianti”

Ad una domanda su possibili rimpianti dopo le ultime due partite precedute da risultati altalenanti, Dionisi ha risposto con decisione: “Devo essere sincero? No. Se si ha equilibrio e voglia di dimostrare gli ostacoli si affrontano e si superano”. L’allenatore neroverde vuole che la squadra si tenga strette le difficoltà passate ed è convinto che il miglioramento dell’ultimo periodo sia frutto delle prestazioni precedenti.

Luciano Spalletti

“Abbiamo perso qualche pallone di troppo”

L’allenatore del Napoli ha individuato la causa del pareggio: “Quando loro hanno cominciato a pressare noi abbiamo perso qualche pallone di troppo invece di gestirlo con la consueta calma, può essere determinato dal fatto di aver sentito un po’ di più la fatica”. 
Il punto sugli infortuni: Fabian Ruiz e Koulibaly hanno avuto problemi muscolari.

“Si andranno a valutare i problemi”

Spalletti ha dichiarato che si valuteranno i problemi di questa partita, anche se ha aggiunto: “C’è dispiacere, ma la squadra è forte e deve saper accettare un pareggio e deve fare la squadra forte”.

“Si fanno valutazioni obiettive”

Secondo Spalletti il fattore mentale incide molto, anche se le valutazioni che si faranno saranno obiettive. L’allenatore del Napoli ha aggiunto: “Diamo importanza massimale al fattore mentale, si allenano le gambe e la testa”.