Atalanta-Roma 1-4: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53

La Roma vince un match fondamentale contro l’Atalanta, che rallenta la corsa al primo posto: qui cronaca e tabellino del match.

Atalanta Roma
Chris Smalling esulta dopo aver segnato il terzo gol della Roma [credit: Getty Images] – Meteoweek

Cronaca del match

Primo tempo

La Roma passa in vantaggio dopo 58 secondi grazie ad una percussione centrale di Abraham e, dopo un rimpallo con Hateboer, il centravanti inglese supera Musso. L’Atalanta risponde al 20′ con una bella giocata fra Djimsiti e Zapata, con il difensore che arriva alla conclusione dal limite: deviazione di Rui Patricio con la punta delle dita e palla di poco sopra la traversa. I giallorossi raddoppiano al 27′ grazie ad un contropiede perfetto che porta Zaniolo a tu per tu con Musso: controllo e mancino rasoterra vincente sul primo palo. La squadra di Gasperini cerca subito la reazione: pallone brillante di Ilicic per Toloi che gira sul primo palo, ma Rui Patricio è attento. L’Atalanta accorcia le distanze nel recupero: Muriel carica il destro trovando una deviazione di Cristante che prende in controtempo il proprio portiere per il gol dell’1-2.

Secondo tempo

L’Atalanta approccia pericolosamente il secondo tempo e va vicina al pareggio al 50′ con una punizione di Malinovskyi: Rui Patricio deve allungarsi per prolungare il pallone sopra la traversa. Al 70′ Miranchuk prova a spaventare la Roma con un destro piazzato dal limite: tiro troppo debole per far male ai giallorossi. Subito dopo, però, è la squadra di Mourinho a segnare a seguito di una punizione tagliata di Veretout: sul pallone si avventa in allungo Smalling per mettere in porta il terzo gol della sua squadra. All’82’ la Roma chiude il match: Abraham raccoglie una palla vagante in area per battere Musso con un bel piatto destro sul palo lontano.

LEGGI ANCHE -> Milan, Pioli alla vigilia del Napoli: “Bisogna riprendere a pedalare forte”
LEGGI ANCHE -> Sassuolo, Dionisi verso la Fiorentina: “Sono i più in forma” VIDEO

Atalanta-Roma – Tabellino

Atalanta-Roma 1-4 (45’+1 aut. Cristante; 1′, 82′ Abraham, 27′ Zaniolo, 72′ Smalling)
Ammonizioni
: 7′ De Roon, 9′ Zaniolo, 50′ Ibanez, 74′ Mancini

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Toloi, Palomino, Djimsiti (34′ Muriel); Hateboer (78′ Zappacosta), De Roon, Freuler, Pezzella (78′ Maehle); Ilicic (46′ Malinovskyi), Pasalic (64′ Miranchuk); Zapata.
A disposizione: Rossi, Sportiello, Maehle, Demiral, Lovato, Zappacosta, Koopmeiners, Malinovskyi, Pessina, Muriel, Miranchuk, Piccoli.
Allentatore: G. P. Gasperini

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout (90’+1 Kumbulla), Cristante, Mkhitaryan (89′ Calafiori), Vina; Zaniolo (70′ Shomurodov), Abraham (90’+1 Bove).
A disposizione: Boer, Fuzato, Calafiori, Kumbulla, Villar, Diawara, Bove, Darboe, Zalewski, Perez, Shomurodov, Mayoral.
Allenatore: J. Mourinho

Dichiarazioni post partita

Gian Piero Gasperini

Gasperini ha ammesso che la sua squadra ha fatto alcuni errori, ma ha voluto aggiungere che ci sono state anche molte cose buone. L’allenatore dell’Atalanta ha individuato nel gol dopo meno di un minuto la causa della partita difficile.

Secondo l’allenatore dei bergamaschi, la sua squadra ha dominato fino al terzo gol della Roma, anche se ha voluto rimarcare che secondo lui il gol del 2-2 annullato fosse regolare: “Se la tocca Palomino è un discorso, ma questo è autogol di Cristante. Questa roba va spiegata, toglie credibilità. Gli arbitri mettano la faccia”.

J. Mourinho

Mourinho ha elogiato l’Atalanta e il tifo bergamasco per la partita, ma si è detto soddisfatto per la prestazione della sua squadra: “Stamattina, scherzando coi ragazzi, ho detto che il terremoto dovevamo essere noi”.
Tuttavia, l’allenatore giallorosso ritiene che la Roma non sia ancora pronta per lottare per le posizioni più alte della classifica.

Secondo Mourinho, la squadra è migliorata nella gestione delle difficoltà e della sofferenza: “Mi è piaciuto come abbiamo sofferto e come siamo entrati in campo nel secondo tempo”. Per l’allenatore portoghese, questa partita rappresenta un grande passo avanti.