Sampdoria-Venezia: formazioni ufficiali e match live

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:08

Sampdoria e Venezia si sfidano alle ore 18 nel diciottesimo turno di Serie A: ecco le ultime sulle formazioni delle due squadre.

Francesco Caputo, attaccante della Sampdoria e Mattia Aramu, centrocampista del Venezia (credit: Getty Images)
Francesco Caputo, attaccante della Sampdoria e Mattia Aramu, centrocampista del Venezia (credit: Getty Images)

Sampdoria-Venezia: chi vince allontana la Serie B

A Marassi si affrontano due squadre in buona forma, che vincendo potrebbero allontanarsi dalla zona pericolosa della classifica. La Sampdoria di D’Aversa nonostante un inizio di campionato travagliato viene dalla vittoria nel derby contro il Genoa che potrebbe aver svoltato la stagione. In settimana è arrivato anche il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Torino che ha scacciato i fantasmi di inizio anno. Il Venezia di Zanetti dopo tre sconfitte di fila ha ottenuto un punto prezioso contro la Juventus nell’ultimo turno di campionato che ha allontanato a -6 il Genoa terzultimo. Anche per il Venezia da segnalare il passaggio agli ottavi di finale di Coppa Italia nella la vittoria per 3-1 contro la Ternana.

LEGGI ANCHE –> Salernitana-Inter 0-5: cronaca del match e tabellino
LEGGI ANCHE –> Bologna, Mihajlovic in conferenza: “Juve nostra concorrente” VIDEO

Match live

 

Sampdoria-Venezia: formazioni ufficiali

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Adrien Silva, Ekdal, Thorsby; Gabbiadini, Caputo.
A disposizione: Rvaglia, Falcone, Chabot, Depaoli, Dragusin, Ferrari, Murru, Verre, Askildsen, Yepes, Ciervo, Quagliarella.
Allenatore: R. D’Aversa. 

Venezia (4-3-3): Romero; Ebuehi, Caldara, Ceccaroni, Mazzocchi; Tessmann, Ampadu, Busio; Aramu, Johnsen, Kiyine.
A disposizione: Lezzerini, Molinaro, Svoboda, Vacca, Sigurdsson, Heymans, Schnegg, Crnigoj, Peretz, Forte, Herny, Bjarkason.
Allenatore: P. Zanetti.

Squadra arbitrale

ARBITRO: Abisso
ASSISTENTI: Ranghetti e Miele
QUARTO UOMO: Minelli
VAR: Valeri
AVAR: Preti.

Precedenti e curiosità

Il Venezia non batte la Sampdoria in Serie A TIM dal dicembre 1962 (unica gara dagli anni ’50 in avanti giocata a dicembre nel massimo campionato tra le due squadre): il 2-0 per i veneti fu firmato dalle reti di Stivanello e Raffin. Da allora due vittorie blucerchiate e un pareggio.

L’ultima sfida in ordine di tempo tra queste due squadre in Serie A TIM risale all’11 aprile 1999, quando la Sampdoria di Luciano Spalletti si impose al Ferraris sul Venezia di Walter Novellino per 2-1: Montella su rigore, Valtolina per i lagunari e gol vittoria di Marco Antonio Lemos Tozzi, meglio noto come “Caté” (il suo unico centro in Serie A TIM).

La Sampdoria ha vinto tre delle ultime cinque gare di massimo campionato (2P), un successo in più di quanti ottenuti nelle prime 12 giornate della gestione D’Aversa.

Il Venezia non ha vinto in nessuna delle ultime quattro giornate di campionato (un pareggio e tre sconfitte) e in questa stagione di Serie A TIM non è ancora rimasto per cinque gare di fila senza successi.

Problemi difensivi per entrambe: la Sampdoria con 33 gol subiti nelle prime 17 giornate ha registrato il suo peggior dato a questo punto di un torneo di Serie A TIM, il Venezia ne ha incassati 30 ed era dal 1949/50 (55 in quel caso) che non subiva così tante reti a questo punto della stagione.

La Sampdoria è la squadra che ha beneficiato di più autogol a favore in questo campionato (quattro, considerando anche quello nel derby di Genova), mentre solo l’Empoli (tre) ha registrato più autoreti del Venezia (due, entrambe di Henry su sviluppo di corner).

La Sampdoria è la squadra che ha collezionato più cross su azione (261) in questo campionato, 121 di questi effettuati da Candreva (leader della classifica in Serie A TIM, almeno il doppio di qualsiasi altro); il Venezia ha subito solo tre gol con cross dalle fasce, uno dei quali però proprio nell’ultima partita contro la Juventus.

Francesco Caputo, in gol nell’ultimo turno, ha partecipato a 10 gol (otto reti, due assist) nelle ultime sette sfide contro squadre neopromosse in Serie A TIM e in particolare è andato a segno in tutte le ultime tre in casa contro squadre provenienti dalla B.

Manolo Gabbiadini ha segnato in tutte le ultime tre presenze di Serie A TIM e non è mai arrivato in carriera a quattro gare di fila in gol nei maggiori cinque campionati europei con una singola maglia.

Prima di Mattia Aramu, l’ultimo centrocampista del Venezia in grado di segnare almeno cinque gol in un girone d’andata di Serie A TIM è stato Ferruccio Mazzola (sei reti nel 1966/67).

Fonte: Lega Serie A