Spezia: Thiago Motta verso l’addio, ma spunta una clausola anti-esonero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:32

Lo Spezia sarebbe intenzionato a dire addio a Thiago Motta: una clausola sul contratto, però, potrebbe rallentare l’esonero.

Thiago Motta Spezia
Thiago Motta, allenatore dello Spezia [credit: Getty Images] – Meteoweek

Spezia, tra l’esonero e Thiago Motta c’è… una clausola

La decisione sembra ormai definitiva: Thiago Motta e lo Spezia sono vicini all’addio anticipato. I liguri sono attualmente fuori dalla zona retrocessione (+3 sul Genoa) con 13 punti in 18 giornate, ma stanno vivendo un momento di forte involuzione. L’ultima vittoria, infatti, è del 6 novembre contro il Torino: sono poi seguite quattro sconfitte e due pareggi; nel mezzo l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Lecce che ha portato alla contestazione della tifoseria. Il cambio modulo con la difesa a 3 non sembra aver portato i risultati previsti e desiderati.
Raccogliere l’eredità di Vincenzo Italiano, come prevedibile, non era una missione semplice, anche se l’inizio promettente aveva fatto ben sperare. L’esonero è ora vicino, ma una clausola potrebbe rallentare l’addio dell’ex centrocampista: di seguito i dettagli.

LEGGI ANCHE -> Udinese-Salernitana a rischio: l’ASL ferma i campani
LEGGI ANCHE -> Genoa, Shevchenko verso l’Atalanta: “Avremo spirito da battaglia” VIDEO

La clausola anti-esonero rimanda l’addio

Thiago Motta siederà sulla panchina dello Spezia anche mercoledì nella difficile trasferta di Napoli. La dirigenza sembrava orientata verso un cambio anticipato, ma una clausola nel contratto dell’allenatore avrebbe rimandato l’addio. Un eventuale esonero prima del 2022, infatti, avrebbe fatto scattare una penale di €400.000. La scelta, dunque, è stata quella di aspettare gennaio prima di comunicare la separazione all’ex centrocampista.
Difficile, ma non impossibile, che una clamorosa vittoria contro gli uomini di Spalletti possa far fare marcia indietro allo Spezia. I Platek (proprietà americana del club), infatti, speravano in una salvezza più tranquilla, obiettivo che Thiago Motta non sembra poter garantire ai loro occhi.

Pecini alla ricerca del sostituto

In caso di addio con Thiago Motta, lo Spezia avrebbe bisogno di un nuovo allenatore. Tra i profili individuati dal CFO Riccardo Pecini ci sarebbero i nomi di Maran, Venturato e Corini: i primi due sono stati sondati anche in estate dopo la separazione burrascosa con Italiano.
La società, salvo sorprese, ha tempo fino a gennaio per scegliere che strada prendere: intanto Thiago Motta guiderà la squadra a Napoli.