Lazio, rottura fra Acerbi e i tifosi: “Uomo senza onore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46

È rottura fra Acerbi e i tifosi della Lazio. Il tifo biancoceleste non ha digerito le dichiarazioni del difensore dopo la partita col Genoa.

Acerbi Lazio
Francesco Acerbi, difensore della Lazio [credit: Getty Images] – Meteoweek

Lazio, scoppia il caso fra Acerbi e i tifosi

La Lazio ha vinto ieri contro il Venezia, ma il clima non è dei più sereni. I tifosi biancocelesti della Curva Nord, infatti, hanno rilasciato un durissimo comunicato contro Francesco Acerbi. Il difensore, da anni pilastro e senatore della squadra, è finito nel mirino degli ultras a seguito di un’esultanza polemica e alcune dichiarazioni rilasciate a seguito del match precedente contro il Genoa. Dopo il gol messo a segno, infatti, Acerbi ha messo il dito davanti alla bocca per zittire delle critiche mosse alla squadra a seguito di alcuni risultati deludenti per poi sfogarsi nel post partita: “Me ne frega meno di niente, le critiche fanno parte del nostro lavoro. Per fortuna che la gente non sa cosa succede nello spogliatoio”.
In seguito sono arrivate le scuse via social, ma i tifosi non hanno gradito il gesto, decidendo di esprimere il disappunto a parole in un comunicato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Ace Acerbi (@francescoacerbi88)

LEGGI ANCHE -> Inter-Milan, derby a distanza per il comando della Serie A

“Uomo senza onore, via subito”

Anche ieri Acerbi è stato decisivo per la Lazio, mettendo a segno il gol del sorpasso sul Venezia. Tuttavia, la frattura fra il difensore e il tifo pare definitiva. La Curva Nord ha rilasciato un duro comunicato per esprimere la propria posizione: eccone alcuni estratti.

“Nessun perdono per chi tradisce”

“Acerbi uomo senza onore, via da Roma subito. Non esiste perdono per chi tradisce!”: si apre così il comunicato della Curva Nord. Il gesto e le dichiarazioni hanno lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi, che hanno anche ricordato: “Purtroppo i giocatori di oggi sono abituati troppo bene e non hanno mai visto una contestazione come si deve”.

“Ha dimostrato di schifare un’intera tifoseria”

Il comunicato prosegue: “Abbiamo contestato a muso duro Chinaglia, Nesta, Mihajlovic (per citarne solo tre), monumenti della nostra storia. Dovremmo lasciar passare il gesto e il menefreghismo di un calciatore che ha dimostrato di schifare un’intera tifoseria?”. I tifosi non hanno gradito l’esultanza polemica dopo mesi di sostegno incondizionato e le mancate scuse sotto il settore ospiti occupato da 3mila laziali: “Mentre gli altri giocatori sono venuti ad esultare con noi, lui se n’è andato via come un coniglio”.

“Sarà fischiato ad ogni partita”

Non sono bastate le scuse via social: i tifosi pretendevano un gesto concreto ieri sera. Siccome ciò non è avvenuto, la Curva Nord ha deciso di fischiare Acerbi ogni volta che giocherà: “Da oggi, Francesco Acerbi non è più gradito qui a Roma. Fin quando sarà qui verrà fischiato in ogni partita!”. Per chiudere, la tifoseria ha scritto in maiuscolo: “ACERBI VATTENE!”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesco Ace Acerbi (@francescoacerbi88)