Italia, Mancini sul Mondiale: “Faremo di tutto per andare in Qatar”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57

L’Italia si avvicina ai playoff per il Mondiale in Qatar: ecco le parole del ct Mancini che ha risposto anche alle domande su Zaniolo e Joao Pedro.

Roberto Mancini, ct della Nazionale italiana (credit: Getty Images)
Roberto Mancini, ct della Nazionale italiana (credit: Getty Images)

Italia: mancano due vittorie a Qatar 2022

L’Italia di Roberto Mancini è a soli tre mesi dai playoff che decreteranno la partecipazione o meno ai prossimi Mondiali in Qatar nell’inverno del 2022. Dopo i due pareggi di fila contro Svizzera e Irlanda del Nord nel girone di qualificazione, gli azzurri dovranno vincere le prossime due partite per non rinunciare al secondo mondiale di fila. Il prossimo 24 marzo alle 20:45 l’Italia ospiterà la Macedonia del Nord di Elmas e Pandev e, solo in caso di vittoria, si giocherà l’accesso in Qatar contro una tra Turchia e Portogallo. Mancano solo tre mesi a un appuntamento decisivo per tutto il movimento calcistico italiano, e Mancini è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per ribadire il suo pensiero: ecco le sue parole.

LEGGI ANCHE –> Coppa d’Africa, ecco l’elenco dei convocati | Quanti big!

LEGGI ANCHE –> Real Madrid, Ancelotti parla di Mbappé e del sorteggio di Champions

Le parole di Roberto Mancini

“Bisogna lasciarsi alle spalle l’Europeo”

È incredibile pensare come appena qualche mese dopo la vittoria dell’Europeo in finale contro l’Inghilterra, per l’Italia sia concreto il rischio di non partecipare a un altro mondiale. Ritornando a quei momenti di inizio estate, Roberto Mancini ha voluto ricordare l’immensa felicità e soddisfazione per il traguardo raggiunto. La Nazionale di calcio ha compiuto l’impresa di rendere felice un intero popolo e tutti ne devono andare orgogliosi. Ma l’Europeo è alle spalle ormai, bisogna pensare al presente e a riportare l’Italia a disputare una competizione alla quale non può ancora mancare.

“Meritavamo di vincere il girone ma il calcio è anche questo”

Secondo Mancini l’Italia meritava di vincere il girone di qualificazione per quello fatto vedere in tutte le partite giocate. Il calcio però non sempre premia chi merita e per due rigori falliti il cammino degli azzurri si è complicato. Sarà più difficile ma il ct è ottimista e convinto che rimboccandosi le maniche l’Italia possa ottenere il suo obiettivo: partecipare al Mondiale in Qatar.

“Zaniolo seconda punta mi piace, Joao Pedro ha grandi qualità”

Parlando di giocatori, Roberto Mancini ha speso parole di elogio nei confronti di Niccolò Zaniolo e Joao Pedro. Il giocatore della Roma è sempre piaciuto tanto al ct azzurro, che non è riuscito a portarlo all’Europeo a causa dell’infortunio al crociato. Zaniolo è reduce dalla ottima prestazione contro l’Atalanta nella quale ha occupato una posizione più da seconda punta che da esterno offensivo. A Mancini è piaciuto ed è convinto che lui, insieme ad altri 10-12 giocatori, possa migliorare ancora tanto in caso di partecipazione al Mondiale. Joao Pedro invece gode della stima del ct e potrebbe presto essere convocato in un ruolo in cui la Nazionale è in evidente difficoltà. L’attaccante italo-brasiliano gioca da tanti anni in Serie A e ha qualità tecniche indiscutibili che potrebbero far comodo alla rosa azzurra.