Sampdoria, ora D’Aversa è a rischio esonero: si pensa al ritorno di un ex

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:23

L’allenatore della Sampdoria Roberto D’Aversa è a rischio esonero dopo la sconfitta di ieri. La dirigenza valuta il ritorno di un ex.

D'Aversa Sampdoria
Roberto D’Aversa, allenatore della Sampdoria [credit: Getty Images] – Meteoweek

Sampdoria, D’Aversa a rischio esonero

La sconfitta di ieri contro il Torino, la terza consecutiva in campionato dopo quelle con Cagliari e Napoli, rischia di lasciare degli strascichi in casa blucerchiata. Roberto D’Aversa, infatti, è a rischio esonero per la seconda volta dal suo arrivo a Genova. La prima volta è stato “salvato” dalla vicenda che ha coinvolto Massimo Ferrero, che aveva già contattato Dejan Stankovic: dopo quell’episodio, però, la squadra è sembrata in netta crescita, con il picco raggiunto nella vittoria sul Genoa del 10 dicembre. Questo periodo che ha portato a tre stop, però, rischia di essere fatale per l’ex Parma.
Sono ore di riflessione: la dirigenza della Samp sta valutando come agire in vista del fondamentale derby ligure contro lo Spezia del 23 gennaio, con gli ottavi di finale di Coppa Italia contro la Juve nel mezzo.
Intanto, si sta facendo strada il nome di un ex: di seguito i dettagli.

LEGGI ANCHE -> Sassuolo-Hellas Verona: formazioni ufficiali e match live
LEGGI ANCHE -> Sampdoria-Torino 1-2: cronaca del match e tabellino

Samp, torna Giampaolo?

Come anticipato, sono ore di riflessione in casa Sampdoria: la sconfitta contro il Torino rischia di essere fatale per D’Aversa. Tuttavia, la dirigenza deve ancora valutare la tempistica prima di prendere una decisione definitiva. Gli ottavi di finale di Coppa Italia, infatti, sono alle porte e il 23 gennaio si giocherà la delicatissima sfida contro lo Spezia allo Stadio Picco. Il derby ligure, molto probabilmente, sarà la gara del dentro o fuori per l’allenatore blucerchiato.
È improbabile che l’esonero sia immediato: troppo importante il derby ligure per dare uno scossone alla squadra. Ma, come nel caso di Shevchenko, l’ago della bilancia sarà la squadra di Thiago Motta.

In caso di ribaltone, il primo nome sulla lista è quello di Marco Giampaolo, che ha recentemente rifiutato la panchina dello Spezia. L’ex allenatore di Milan e Torino (fra le altre) ha già allenato la Samp dal 2016 al 2019 con grandi risultati, prima del grande salto sulla panchina dei rossoneri non andato a buon fine.
Al momento è plausibile che venga rinnovata la fiducia a D’Aversa, ma un 4° KO consecutivo non verrebbe perdonato.

Arriva Magnani

Intanto, la Samp è molto attiva sul mercato: da oggi è ufficiale l’arrivo di Magnani dall’Hellas in prestito con diritto di riscatto e nei prossimi giorni si tenteranno gli affondi per Piccoli dell’Atalanta e Sensi dell’Inter.