Inter, infortunio Correa: ecco quante partite dovrà saltare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:11

Joaquín Correa è stato costretto al cambio dopo soli 5′ nella partita di Coppa Italia contro l’Empoli: ecco le condizioni dell’attaccante dell’Inter.

L’Inter è reduce dal passaggio di turno con il brivido ai quarti di finale di Coppa Italia: decisivo il gol di Sensi ai supplementari che ha eliminato un ottimo Empoli. La brutta notizia riguarda però l’ennesimo infortunio del Tucu Correa.

 

Joaquín Correa dopo l'infortunio contro l'Empoli (credit: Getty Images)
Joaquín Correa dopo l’infortunio contro l’Empoli (credit: Getty Images)

Fino a oggi non è stata certo una stagione fortunata quella di Joaquín Correa con la maglia dell’Inter. L’attaccante argentino, fortemente voluto dall’allenatore Simone Inzaghi, ha subito l’ennesimo infortunio nella partita di ieri sera contro l’Empoli in Coppa Italia. Dopo i tanti problemi accusati in questa stagione, Correa è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco dopo soli cinque minuti dopo un contrasto con Romagnoli. Scoppiato subito in lacrime, l’argentino ha subito fatto capire come si trattasse di un infortunio non di poco conto.

Quella che poteva essere per lui la serata giusta per mettersi in mostra, si è trasformata invece nell’ennesima sfortunata vicenda. L’Inter è poi riuscita a gioire per il passaggio del turno grazie al gol di Sensi ai supplementari, ma nel post partita Inzaghi è sembrato molto in pensiero per le condizioni del Tucu.

Domani verranno effettuati gli esami strumentali che confermeranno l’entità dell’infortunio di Correa, ma già da adesso è possibile prevedere per quanto tempo starà fuori. Ecco le prime indicazioni che emergono dall’infermeria dell’Inter.

Il calendario thriller che aspetta l’Inter

Il primo responso sull’infortunio che ha messo ko Correa contro l’Empoli parla di risentimento muscolare ai flessori della coscia sinistra. La risonanza magnetica prevista per domani stimerà il grado del probabile stiramento che ha colpito il Tucu.

Joaquín Correa ed Edin Dzeko (credit: Getty Images)
Joaquín Correa ed Edin Dzeko (credit: Getty Images)

La cessione in prestito di Satriano al Brest complica a questo punto e non poco i piani di Inzaghi. L’attacco dell’Inter, fino al recupero di Correa, dovrà essere sostenuto dai soli Sanchez, Dzeko e Lautaro Martinez. Proprio per questo motivo sembra essersi congelata per il momento l’ipotesi di una cessione di Stefano Sensi alla Sampdoria, che sembrava a una passo dal verificarsi.

LEGGI ANCHE –> Hellas Verona, Tudor pazzo di Barak: “Non posso lasciarlo fuori”

Il calendario dell’Inter infatti prevede un mese di febbraio di fuoco e la coperta potrebbe essere corta per tutti gli impegni che attendono i nerazzurri. Subito dopo la sosta delle nazionali infatti, la squadra di Inzaghi avrà il derby contro il Milan il 6 febbraio. Una settimana dopo ci sarà la trasferta a Napoli, che precederà l’andata degli ottavi di Champions League contro il Liverpool. In tutto questo ci sarà da capire quando recuperare i match contro Bologna e, probabilmente, Venezia, a causa del focolaio Covid scoppiato nel gruppo squadra veneto.

LEGGI ANCHE –> Covid: a rischio Inter-Venezia, i veneti con 10 positivi

Per questo motivo sarà necessario capire la gravità dell’infortunio di Correa per programmare al meglio un mese decisivo per la stagione dei nerazzurri.