Hellas Verona, Tudor pazzo di Barak: “Non posso lasciarlo fuori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:31

L’Hellas Verona è alla vigilia della sfida contro il Bologna: ecco le parole di Tudor sul match e su un Barak in stato di grazia. 

Dopo la grande vittoria per 2-4 contro il Sassuolo, l’Hellas Verona domani sera ospita un’altra squadra emiliana: il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Tudor vuole vincere ancora per dare continuità a un ottimo inizio di stagione.

 

Igor Tudor, allenatore dell'Hellas Verona (credit: Getty Images)
Igor Tudor, allenatore dell’Hellas Verona (credit: Getty Images)

L’Hellas Verona, dopo tante difficoltà legate agli infortuni e al focolaio Covid scoppiato all’interno del gruppo squadra, sembra aver trovato finalmente pace. La grande vittoria per 2-4 contro il Sassuolo ha rilanciato anche le ambizioni di classifica della squadra di Tudor, attualmente decima a 30 punti. L’Hellas Verona ha ritrovato finalmente il vero Barak, reduce da una tripletta e un assist contro gli emiliani. Domani sera al Bentegodi arriva il Bologna, nella sfida valida per il 23esimo turno di Serie A.
Tudor ha presentato la partita in conferenza stampa: ecco le sue dichiarazioni.

Hellas Verona, la conferenza di Tudor

“Non è il momento di parlare del mio futuro”

Viste le grandi prestazioni dal suo arrivo, il presidente Setti e tutto l’ambiente dell’Hellas Verona sembra sempre più convinto di continuare con Tudor anche per le prossime stagioni. L’allenatore croato non si è voluto sbilanciare sul tema non ritenendolo un argomento importante in questo momento. L’Hellas sta vivendo un buon momento e l’unica cosa da fare è cavalcare l’onda positiva senza farsi condizionare da contratti o classifiche.

Igor Tudor e Giovanni Simeone (credit: Getty Images)
Igor Tudor e Giovanni Simeone (credit: Getty Images)

“Simeone farà meglio se penserà meno a segnare”

Giovanni Simeone, autore di una grandissima prima parte di stagione, è in questo momento il terzo miglior marcatore della Serie A con 12 gol. Il Cholito è però ormai a secco da sei partite, avendo segnato l’ultima rete il 12 dicembre contro l’Atalanta. Tudor ha però confermato di avere piena fiducia nel suo attaccante che, pur non segnando, ha disputato una partita generosa contro il Sassuolo. Il segreto per ritornare al gol secondo l’allenatore dell’Hellas Verona è paradossalmente pensare il meno possibile a segnare. Se Simeone continuerà a giocare con questo impegno, il gol arriverà in automatico.

LEGGI ANCHE –> Bologna, Mihajlovic in conferenza: “Dobbiamo tirare fuori qualcosa di più”

“Faremo sicuramente qualcosa sul mercato”

Tudor ha ammesso che sicuramente il Verona interverrà sul calciomercato, in particolare nel ruolo di difensore centrale. L’infortunio che terrà fuori a lungo Dawidowicz e le cessioni di Cetin al Kayserispor e di Magnani alla Sampdoria hanno lasciato un vuoto che andrà sicuramente colmato. Al termine della partita contro il Bologna ci sarà la sosta per le nazionali e Tudor avrà tutto il tempo di lavorare con calma per provare a migliorare ancora.

LEGGI ANCHE –> Milan, Theo Hernández: “Stiamo discutendo sul rinnovo”

“Non posso lasciare fuori Barak dopo la tripletta”

Dopo i problemi che lo hanno frenato nell’ultimo periodo, si è rivisto il vero Antonin Barak contro il Sassuolo. Autore di una tripletta e un assist, si è confermato come uno dei giocatori più importanti della squadra. Tudor stravede per lui e ha ammesso come un giocatore così possa giocare in tutte le squadre della Serie A. Fisicamente sta bene e domani sarà sicuramente della partita.