Milan – Udinese: probabili formazioni, precedenti e statistiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:40

È la sfida dello stadio San Siro tra Milan ed Udinese ad aprire la ventisettesima giornata di Serie A TIM.

Dopo la delusione esterna contro la Salernitana, il Milan di Stefano Pioli affronta in casa l’Udinese di Gabriele Cioffi.

 

Immagine dalla gara d'andata - credits: Corriere dello Sport. Sportmeteoweek
Immagine dalla gara d’andata – credits: Corriere dello Sport. Sportmeteoweek

In palio 3 punti che potrebbero essere pesanti per i rossoneri, che vogliono confermare il loro attuale primo posto in classifica.

Bianconeri che nell’ultimo turno hanno fermato la Lazio di Sarri sull’1-1, grazie al gol di Deulofeu, a cui ha risposto Felipe Anderson.

Nella gara d’andata è finita 1-1, con il gol di Beto a cui ha risposto Ibrahimovic al 92′. L’ultima vittoria dell’Udinese a San Siro risale al 2016, quando finì 0-1 con il gol di Perica.

LEGGI ANCHE -> Champions League, tutti i risultati delle gare d’andata degli ottavi

Milan – Udinese: probabili formazioni

Probabile Milan(4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Tonali; Messias, Brahim Diaz, Leao; Giroud. Allenatore: Pioli

Probabile Udinese(3-5-2): Silvestri; Becao, Marì, Perez; Molina, Pereyra, Walace, Arslan, Udogie; Deulofeu, Beto. Allenatore: Cioffi

Immagine dalla gara d'andata - credits: Corriere dello Sport. Sportmeteoweek
Immagine dalla gara d’andata – credits: Corriere dello Sport. Sportmeteoweek

Precedenti e curiosità

La sfida d’andata di questo campionato tra Milan e Udinese è terminata 1-1: queste due squadre non pareggiano entrambe le gare stagionali nella competizione dal 2010/11 (4-4 all’andata, 0-0 al ritorno).

Il Milan non ha perso alcuna delle quattro sfide di Serie A TIM contro l’Udinese dall’arrivo di
Stefano Pioli: l’ultimo allenatore ad essere rimasto imbattuto nelle sue prime cinque panchine in rossonero contro i friulani è stato Alberto Zaccheroni tra il 1998 e il 2000.

Il Milan ha perso soltanto una delle ultime 14 partite interne di Serie A TIM contro l’Udinese (1-0 nel settembre 2016 firmato da Stipe Perica) – completano per i rossoneri otto successi e cinque pareggi.

LEGGI ANCHE -> Napoli-Barcellona: probabili formazioni, precedenti e curiosità

Dopo il pareggio contro la Salernitana nell’ultimo turno di campionato, il Milan potrebbe restare a secco di successi per due gare consecutive contro avversarie che iniziano la giornata nelle ultime cinque posizioni in classifica per la prima volta dal dicembre 2020 (due pareggi, rispettivamente contro Parma e Genoa).

Il Milan non ha subito gol nelle ultime due partite interne di campionato (0-0 v Juventus e 1-0 v Sampdoria) – non arriva a tre di fila in casa tenendo la porta inviolata nella competizione dall’ottobre 2020, unica occasione sotto la guida di Stefano Pioli.

Dall’inizio del 2022 l’Udinese ha raccolto solo cinque punti in campionato (1V, 2N, 3P), meglio solo di Empoli e Bologna (quattro a testa) – inoltre i friulani hanno incassato 13 reti nel periodo, meno soltanto dei 16 subiti dall’Empoli.

L’Udinese è che la squadra che di gran lunga effettua meno cross su azione in questa Serie A TIM: 187, almeno 50 meno di qualsiasi altra – quella friulana è infatti la formazione che ha realizzato meno gol arrivati da un traversone nel torneo in corso (due), seguita proprio dal Milan (quattro).

La prima doppietta di Ante Rebic in Serie A TIM è arrivata proprio contro l’Udinese nel gennaio 2020 a San Siro – tutti gli ultimi sei gol del croato in campionato, incluso quello nella gara più recente contro la Salernitana, sono arrivati fuori casa – l’ultimo al Meazza risale all’aprile 2021, contro il Genoa.

Theo Hernández (3144) e Rafael Leão (2625) sono i due giocatori di questa Serie A TIM che hanno percorso più metri con movimenti palla al piede in avanti – il portoghese guida inoltre il campionato per numero di movimenti palla al piede terminati con una conclusione (24), situazioni di gioco che gli hanno fruttato tre reti.

Rodrigo Becão è il giocatore di movimento dell’Udinese rimasto in campo per più minuti nella Serie A TIM in corso (1965) – il difensore bianconero ha segnato due gol nel massimo campionato, entrambi contro il Milan: al suo esordio nella competizione nell’agosto 2019 e nel marzo 2021 al Meazza.