Turchia-Italia 2-3, Mancini: “Momento non semplice, ma ora ripartiamo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:15

L’Italia di Mancini torna a vincere in rimonta nell’amichevole contro la Turchia. Resta, però, il rimpianto della mancata qualificazione ai Mondiali.

L’Italia, con protagonista Raspadori, vince in rimonta contro la Turchia e accende il rimpianto per la sconfitta contro la Macedonia del Nord, che è costata la qualificazione al prossimo Mondiale.

 

Mancini Italia
Roberto Mancini, CT dell’Italia [credit: Getty Images] – Meteoweek
L’Italia di Mancini è tornata a vincere nell’amichevole disputata contro la Turchia. Gli azzurri, passati in svantaggio dopo appena 4 minuti, hanno uguagliato il tabellino con Cristante e hanno successivamente raddoppiato grazie a Raspadori prima della fine del primo tempo. L’attaccante del Sassuolo ha segnato la propria doppietta personale nella ripresa. A nulla è servito il gol di Dursun, se non ad accorciare le distanze per la nazionale turca.

Di seguito il tabellino del match e le parole del ct della nazionale Roberto Mancini, che ha voluto parlare di ripartenza dopo l’enorme delusione generata dall’eliminazione dai Mondiali.

Turchia-Italia 2-3 – Tabellino del match

Marcatori: 4′ Under, 35′ Cristante, 39′, 69′ Raspadori, 83′ Dursun

Turchia (3-4-2-1): Bayindir; Kabak (9′ Ayhan), Demiral, Soyuncu; Muldur, Tokoz (62′ Ozcan), Calhanoglu (76′ Celik), Yilmaz (62′ Kutlu); Under, Akturkoglu (62′ Dursun); Unal (76′ Antalyali). A disposizione: Erkin, Cakir, Bozok, Kokcu, Bolat.
Ct: Kuntz.

Italia (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Acerbi, Chiellini (76′ Bastoni), Biraghi; Tonali, Cristante (76′ Locatelli), Pessina (76′ Sensi); Zaniolo (46′ Zaccagni), Scamacca (88′ Belotti), Raspadori (89′ Bonucci). A disposizione: Barella, Emerson, Pellegrini, Sirigu, Gollini, Joao Pedro.
Ct: Mancini.

Le dichiarazioni di Mancini nel post-partita

Al termine del match Mancini si è pronunciato sulla partita dei suoi, una vittoria agrodolce che ha mostrato quanto si sarebbe potuto fare di più contro la Macedonia del Nord. Per il tecnico è stato importante vedere una pronta reazione, sia dopo la brusca eliminazione dai Mondiali che dopo il gol subito dopo pochi minuti: “Purtroppo non siamo in un momento semplice, ma la reazione è stata giusta”. 

LEGGI ANCHE –> Barcellona, Laporta annuncia l’addio di un big: “Stiamo rinnovando la rosa”

Sulla grande partita disputata da Raspadori e dagli altri giovani il ct ha affermato: “Abbiamo tanti giovani, ma diamogli tempo. Non era semplice, nonostante la partita non valesse molto. Però sono stati bravi e mi fa piacere per loro”.

LEGGI ANCHE –> Sampdoria, ecco il grande ritorno, si rivede finalmente Damsgaard

Mancini ha concluso dicendo che purtroppo i rimpianti resteranno vivi fino a dicembre, momento in cui si proclamerà la prossima nazionale vincitrice dei Mondiali in Qatar.