Serie A, la classifica del girone di ritorno: sorprese in testa e in coda

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:39

Mancano ancora sei giornate al termine del campionato di Serie A, ma è già tempo di bilanci: ecco chi ha fatto più punti nel girone di ritorno fino a ora.

C’è chi ha avuto continuità lungo tutto l’arco della stagione, chi non l’ha avuta mai, chi l’ha avuta fino a dicembre e chi da dopo gennaio. Le carte si sono mescolate tantissime volte in questo equilibratissimo campionato ma ora è arrivato il momento della verità.

 

Dusan Vlahovic, attaccante della Juventus (credit: Ansa)
Dusan Vlahovic, attaccante della Juventus (credit: Ansa)

A sei giornate (e mezza) dalla fine del campionato di Serie A, tutto è ancora incerto e impronosticabile. In testa ci sono Milan, Inter e Napoli che pare si possano giocare lo scudetto fino all’ultimo turno, con i nerazzurri leggermente favoriti viste le ultime prestazioni.

La Juve è al quarto posto, sorniona, ma pronta ad approfittare del minimo errore di quelle davanti per rientrare prepotentemente in lotta. In zona europea quattro squadre si giocano si giocano i due posti dell’Europa League e quello della Conference League. Al momento, Roma e Lazio sarebbero qualificate per la prima e la Fiorentina per la seconda. Ma occhio all’Atalanta che ha una partita in meno (come i Viola) ed è ancora in gioco per vincere l’attuale Europa League.

In zona retrocessione solo una tra Cagliari, Venezia, Genoa e Salernitana si salverà, ma occhio alla Sampdoria di Giampaolo che potrebbe essere clamorosamente risucchiata.

LEGGI ANCHE –> Champions League, stasera il ritorno dei quarti: Chelsea e Bayern preparano la rimonta

Serie A, ecco la classifica del girone di ritorno

Zona retrocessione

Se si prendesse in considerazione solamente il girone di ritorno fino a ora, in zona retrocessione ci sarebbero: Salernitana 8, Empoli 6 e Venezia 5 (i campani e i veneti hanno però ancora un match da recuperare). Fa rumore in particolare lo score dell’Empoli, che in classifica ha 34 punti grazie a un girone d’andata straordinario ed è praticamente certo della salvezza.

Zona europea

In questo momento la Conference League sarebbe nelle mani del sorprendente Hellas Verona di Tudor, che terrebbe dietro due big come Fiorentina e Inter (entrambe con una partita in meno). I nerazzurri sono la vera delusione del girone di ritorno fino a ora, ma hanno ancora sei partite per invertire la rotta e prendersi il secondo scudetto di fila. In Europa League ci sarebbero la Lazio di Sarri e il Sassuolo di Dionisi, autore di una seconda parte di stagione da big.

Lotta scudetto

In lotta per lo scudetto ci sarebbero ben quattro squadre, tutte racchiuse in tre punti. Al quarto posto ecco la Roma di Mourinho, che ha conquistato ben 25 punti in questo girone di ritorno. Subito avanti c’è il Milan di Pioli, che nonostante i passi falsi delle ultime due giornate è sempre lì. Meglio di loro solo il Napoli di Spalletti (27 punti) e la Juventus di Allegri (28 punti), che in questo momento sarebbe campione d’Italia senza l’andata.

LEGGI ANCHE –> Juventus, arriva una conferma importantissima

La delusione più grande è probabilmente rappresentata dall’Atalanta, quattordicesima in questa classifica con soli tredici punti conquistati. Tra gli alibi della squadra di Gasperini ci sono però i tanti infortuni e il prosieguo del cammino europeo.