Gran Premio Sakhir, trionfa Sergio Perez | Disastro della Mercedes

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30
0

Il messicano della Racing Point continua a volare e approfitta delle malefatte dei suoi avversari. Il podio del Gran Premio Sakhir viene completato da Esteban Ocon e dal compagno di squadra del vincitore, Lance Stroll. Charles Leclerc si ritira dopo poche curve in seguito a un contatto proprio con Perez.

perez gran premio sakhir meteoweek
A Sergio Perez non sembra vero – meteoweek.com

Sergio Perez coglie finalmente il frutto di una stagione fantastica, e soprattutto di una carriera che è ancora appesa a un filo. Alla gara numero 190 della sua storia in Formula 1, il pilota messicano porta a casa il Gran Premio Sakhir, penultimo appuntamento di un campionato del mondo che si sta rivelando molto divertente a dispetto di un esito, quello della classifica piloti, mai messo in discussione. E forse proprio l’assenza del campione del mondo in carica, quel Lewis Hamilton confinato a casa per la positività al Covid-19, ha dato un po’ di brio in più.

Un brio che si è visto fin dai secondi successivi allo spegnimento dei semafori: Russell brucia Bottas che resta al palo e viene infilato quasi da tutti. Nel frattempo è corrida tra Verstappen, Perez e Leclerc, con il monegasco che sperona quello che sarebbe diventato il grande protagonista della gara. Ne prendono un gran vantaggio i due della Mercedes, mentre alle loro spalle iniziano a scalpitare Stroll e Sainz, mentre l’altra Ferrari di Vettel arranca. Di fatto la gara è tutt’altro che spettacolare, visto che George Russell dimostra di avere una marcia in più nonostante sia al debutto con la freccia nera.

Ma all’improvviso cambia tutto, perchè un problema idraulico ferma Latifi. Proprio quello che è stato per tutto l’anno il compagno di squadra di Russell, e dal cui incidente cambia completamente il Gran Premio Sakhir. Fatto sta che il leader della gara viene richiamato ai box insieme a Bottas, ma qui succede l’incredibile: al finlandese fanno perdere qualche secondo di troppo, all’inglese sbagliano addirittura le gomme e montano due mescole diverse. Così quello che sembrava il leader incontrastato deve tornare ai box per montare un’unica mescola.

Il momento decisivo: l’errore al pit stop di Russell – meteoweek.com

Ma non è finita qui, perchè al rientro della safety car c’è Perez al comando, seguito proprio da Russell che riesce in qualche modo a salvarsi. Ma all’improvviso dal box Mercedes arriva un messaggio: “George, crediamo che ci sia una foratura, vieni al box per fare il pit stop“. George viene confinato all’ultimo posto, e con un Bottas solamente ottavo e costretto a stare lontano dai migliori (“le mie gomme sono orribili“, dirà in un team radio) la strada per Sergio Perez è spianata. Tornando a Russell, parte una rimonta sfrenata che lo porterà solo al nono posto, alle spalle del compagno per un weekend.

Leggi anche -> Sergio Perez non scioglie le riserve: “Mi fermo o vado in Red Bull”

Leggi anche -> George Russell ha scoperto di sostituire Hamilton… in bagno

Ma nel frattempo, il Gran Premio Sakhir negli ultimi giri è la passerella di Sergio Perez. Il più grande enigma di queste ultime settimane del 2020, visto che l’attuale quarto classificato della graduatoria dei piloti non ha una monoposto da guidare nella prossima stagione. Sta disputando un campionato fuori dalle righe ma nessuno lo ha messo sotto contratto. Per la cronaca, a completare il podio ci pensano Esteban Ocon e Lance Stroll, ovvero il vecchio e l’attuale (almeno fino ad Abu Dhabi) compagno di squadra. Malissimo Vettel, solo dodicesimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here