Fiorentina Sassuolo, De Zerbi: “È la gara più difficile, non snaturiamo il nostro DNA”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:28
0

Mercoledì 16 dicembre alle ore 20:45 si giocherà la partita Fiorentina Sassuolo nello Stadio Paolo Valeri di Firenze. Il tecnico neroverde De Zerbi ha presentato la gara in conferenza stampa. 

Sassuolo, il tecnico De Zerbi in conferenza stampa, 15 dicembre 2020 (foto © Sassuolo)
Sassuolo, il tecnico De Zerbi in conferenza stampa, 15 dicembre 2020 (foto © Sassuolo)

Nella conferenza stampa di presentazione della partita Fiorentina-Sassuolo, il tecnico neroverde De Zerbi non nasconde la soddisfazione di vedere la sua squadra al quinto posto della classifica. L’allenatore racconta: “Non sono tanto concentrato sui punti che abbiamo fatto. Sono concentrato sul ritorno degli inforunati, della forma fisica – che adesso non abbiamo, sul ritorno del gioco che ci ha sempre contraddistinto. Questo è il chiodo fisso che ho. Sono soddisfatto della classifica, sono soddisfatto dei risultati che abbiamo portato a casa fino a oggi e sono soddisfatto da come la squadra è maturata in tante situazioni. Però c’è ancora qualcosa che manca: dobbiamo tornare ad essere quelli giusti, quelli belli da vedere, quelli che creano tante occasioni, quelli che trovano i giocatori fra le linee, quelli che cercano l’uno contro uno”.

De Zerbi sottolinea quanto sia importante, proprio oggi che il gruppo sta sovraperformando, concentrarsi sul miglioramento della qualità di gioco. Il tecnico spiega: “Ancora di più oggi che la classifica ci sorride, dobbiamo essere concentrati sui nostri obiettivi. Non dobbiamo giocare male tanto per ottenere il risultato, non dobbiamo pensare solamente al posizionamento in classifica. Stiamo facendo bene di sicuro, stanno rientrando anche dei giocatori. Altri calciatori che non erano brillanti stanno tornando ad essere quelli veri. Deve esserci la consapevolezza per tutti che la vittoria viene giocando. Non dobbiamo snaturare il nostro DNA ed ottenere la vittoria a tutti i costi. Dobbiamo vincere portando il nostro gioco“.


Leggi anche:


De Zerbi non fa sconti alla sua squadra per la prestazione non ottimale durante l’incontro con il Benevento. Il tecnico neroverde ammette anche che nel pareggio con la Roma sarebbe stata più giusta per loro una sconfitta: “Dopo le partite non mi piace discutere, e neanche andare a difendere il lavoro o la prestazione. La partita con il Benevento va divisa in due parti: il primo tempo ed il secondo tempo. Nel primo tempo abbiamo giocato noi, e loro sono ripartiti 3-4 volte. Questo lo dimostrano tutti i dati: il possesso palla, i tiri in porta, le palle giocate in area avversaria, quanto siamo stati nella metà campo avversaria. Nel secondo tempo, in dieci, abbiamo sofferto più del lecito. Con la Roma è stata la stessa storia: nel primo tempo abbiamo fatto noi la partita nella metà campo avversaria, abbiamo portato la palla più volte nella loro area, abbiamo fatto più tiri in porta. Nel secondo tempo hanno fatto meglio loro, si meritavano loro di vincere la partita. Però gli incontri bisogna vederseli tutti i 90 minuti, in maniera oggettiva“.

C’è soddisfazione da parte di De Zerbi per i clean sheet ottenuti nelle ultime partite, fatta eccezione la sconfitta con l’Inter. L’allenatore sottolinea ancora una volta la crescita della squadra: “Sono maturati i ragazzi, tutti quanti. Non vogliamo prendere gol. Queste 5 partite di clean sheet dimostrano che non vogliamo più prendere gol. Sia chiaro, non sono state partite perfette. A livello di organizzazione, di concetti, non è cambiato nulla. Quello che è cambiato è che adesso c’è la voglia, anche di mettere la pezza all’errore del compagno. Finchè la palla non tocca la rete, abbiamo la convinzione di poter evitare il gol“.

Nonostante i Viola non stiano attraversando un buon momento, De Zerbi invita i suoi a non sottovalutare questi avversari. Anzi, l’allenatore spiega che sarà una fra le partite più difficili: “Penso che la partita con la Fiorentina sia la più difficile che ci potesse capitare in questo momento. Se pensassimo il contrario, andremmo incontro ad una sconfitta certa. A Firenze hanno giocatori forti, e soprattutto si sono create le condizioni per una reazione della squadra, dopo le sconfitte che hanno subito. Dobbiamo preparare la partita come se domani andassimo a giocare contro la prima in classifica, altrimenti saranno grossi problemi. Di sicuro incontreremo dei problemi, non mi sembra il caso di aumentarli. Spero nella maturità della squadra“.

Riguardo l’undici iniziale contro la Fiorentina, De Zerbi non vuole fare anticipazioni. C’è più serenità in squadra ora che sono rientrati tre infortunati, ma il calendario sarà molto fitto fino a Natale. “Qualche cambiamento ci sarà nella formazione, perchè avremo 3 gare in sette giorni, ma anche perchè lo richiede la tipologia di partita. Penso ci possano essere delle alternanze dei giocatori, ma devono essere consone al loro ruolo ed al tipo di partita che potrà essere. Rientrano Caputo, Chiriches, Defrel. Vedremo se a partita in corso o dall’inizio, ma stanno bene. Per noi è una notizia importantissima. Rimangono fuori Romagna e soprattutto Ricci, che si è fatto male la settimana scorsa, ma andiamo avanti“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here