World Series: sorpresa americana, Luna Rossa contenta a metà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:27
0

Primo giorno di World Series (prova generale dell’America’s Cup) il Team Prada perde con i kiwi e batte gli inglesi. Ma la sorpresa è americana che battono Team New Zealand

World Series: sorpresa americana, Luna Rossa contenta a metà – meteoweek.com

Benvenuti nella vela volante della Coppa America. Località Auckland, la più popolosa città della Nuova Zelanda, esattamente agli antipodi dell’Italia. Le barche non vanno sull’acqua, ma ci volano sopra, lasciando immersi in quella parte di Oceano Pacifico che lambisce Auckland, appena due “piccole” appendici. Prima giornata delle World Series griffate Prada. Una specie di prova generale della rincorsa alla Coppa America che andrà in onda dal 15 gennaio 2021.

Leggi anche -> Team McLaren: “Ferrari, abbi cura di Carlos Sainz”

Primi responsi del World Series

E’ ancora troppo presto per emettere verdetti visto che queste sono le prime regate “vere” che i team riescono a disputare, dopo l’annullamento degli appuntamenti (causa pandemia) di Cagliari e Portmouth. Forse il responso meno atteso è quello che vede Team New Zealand, la barca che deve difendere la Coppa America, sconfitta al termine di una prima giornata di regate a più facce. A fare l’impresa è American Magic, la barca del New York Yacht Club che ha al timone un kiwi purosangue, Dean Barker, ripudiato dai neozelandesi, dopo la sconfitta del 2013. i padroni di casa, largamente favoriti per il successo finale, commettono errori, partono male e sbagliano in manovra, si beccano anche una penalità al termine della seconda bolina e chiudono battuti di una manciata di secondi.

World Series – meteoweek.com

Potenza americana

Poi James Spithill e compagni si riscattano nella seconda regata. “Parcheggiano” il team inglese in partenza e volano verso la prima boa. La barca del baronetto inglese Ben Ainslie, l’uomo più vincente nella vela olimpica (4 ori e un argento) mostra tutti i limiti (almeno per ora) della sua sfida. Ineos, che ha a bordo anche la tecnologia di Formula 1, rompe durante la regata ed è costretta al ritiro accusando problemi (pare) ai foil e di dimostra almeno per ora come la barca più fragile fra i 4 team in competizione. Il bilancio della prima giornata è per forza provvisorio questa nuova Coppa mostra le grandi potenzialità (velocità inimmaginabili per la vela con punte fra i 45-50 nodi, oltre i 90 km all’ora!), ma ancora troppi pochi test veri.

Leggi anche -> Sampdoria – Candreva | Spiragli di pace | Diplomazia al lavoro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here