Benevento per la prima volta senza Glik, due le alternative in difesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18
0

Il Benevento viaggia veloce verso la sfida contro il Napoli, non ci sarà Glik, ma Inzaghi sta già studiando il modo per non rimpiangere l’assenza del suo capitano.

Benevento Glik
Il capitano del Benevento Kamil Glik, 33 anni (Credits: Getty Images)

Ventitré presenze da titolare, solo trentadue minuti di gioco saltati in campionato e tutti nella sfida con la Roma a causa dell’espulsione al 57’  di domenica scorsa. Kamil Glik è il pilastro della difesa di Inzaghi. Il polacco, arrivato in estate per dare esperienza alla neopromossa campana, sta svolgendo il suo compito nel migliore dei modi. Ora però il Benevento dovrà fare a meno di lui. La squalifica è arrivata attesa e puntuale, contro il Napoli non ci sarà, ma ci sono almeno un paio di alternative valide nella rosa delle Streghe.

LEGGI ANCHE: Benevento, Montipò: “Non mi fido di questo Napoli in difficoltà”

LEGGI ANCHE: Benevento, Hetemaj: “Salvezza? La strada è ancora lunga”

Benevento, Caldirola al posto di Glik?

Tutto ruota intorno a Luca Caldirola. Il difensore centrale è uscito dal tunnel degli infortuni e adesso sta bene. E’ a completa disposizione di Inzaghi che già lo ha utilizzato per uno spezzone di gara contro la Roma e quindi dovrebbe essere lui a piazzarsi al centro della difesa vicino a Tuia. Se invece il trentenne non riuscirà a garantire i novanta minuti, Inzaghi starebbe pensando di riportare al centro della retroguardia Barba, che solitamente gioca a sinistra. Il mancino però nasce centrale, a Empoli aveva fatto benissimo sotto la guida di Sarri, e così non sarebbe un problema per lui tornare all’antico. A quel punto cambierebbe il proprietario della fascia dove si piazzerebbe Foulon con Depaoli dall’altra parte.

E’in definitiva questo l’unico dubbio del Benevento in vista del match contro Inzaghi. Il tecnico a centrocampo schiererà Schiattarella regista con ai suoi fianchi l’esperienza e la concretezza di Hetemaj e il genio di Viola. L’attaccante centrale sarà Lapadula che continua ad essere il riferimento della squadra in attesa che Moncini recuperi la forma migliore e che Gaich entri nei meccanismi del calcio italiano. Molto probabile alle spalle del centravanti l’utilizzo di Ionita, avanzato rispetto al solito, e del solito Gianluca Caprari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here