Sampdoria, Ranieri: “Senza tifosi non sarà il solito derby”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40
0

Il tecnico della Sampdoria, Claudio Ranieri parla alla vigilia del derby della Lanterna contro il Genoa, una sfida sempre particolare.

Sampdoria Ranieri
L’allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Quarta volta consecutiva senza tifosi per il derby della Lanterna e Ranieri ci tiene subito a precisare: “così lo si vive in tutt’altra maniera, domani ci affronteremo, lotteremo e correremo, ma senza l’incitamento dei nostri tifosi, e così non va bene”. Rimane comunque una gara molto particolare: “c’è qualcosa in più che ti bolle nel sangue, il derby è pathos e atmosfera, mi aspetto un bella partita”.

LEGGI ANCHE: Genoa, Ballardini: “Derby diverso tutto; corsa e qualità per vincere”

LEGGI ANCHE: Sampdoria, dal modulo ai titolari, i dubbi di Ranieri in vista del derby

La conferenza stampa di Ranieri prima del derby Genoa-Sampdoria

In questa stagione si sono già disputati due derby, uno è finito 1-1 in campionato, l’altro in Coppa Italia l’ha vinto il Genoa 3-1. “Sarà un gara totalmente diversa questa, sarà una sfida molto tattica spiega Ranieri – perché nessuno vuole perdere, ma io voglio vincere e penso che lo farà chi avrà qualcosa in più nel momento giusto”. La Samp arriva da due sconfitte consecutive con Lazio e Atalanta, ma Ranieri assicura: “la squadra sta bene, corre e lotta e questo mi fa ben sperare. Loro con Ballardini hanno ingranato grazie a giocatori esperienza e attaccanti che vanno nello spazio. Mi aspetto una grande reazione da quei ragazzi che contro l’Atalanta non hanno reso al meglio”.

Il derby si inserisce in calendario dopo alcune gara contro le big e prima di un paio di sfide che invece sembrano alla portata per la Samp: “ora c’è il Genoa, poi il Cagliari, termina così il nostro ciclo di cinque gare, e il derby ci può dare tanto, carica e punti in classifica”. Qualcuno a Genova inizia a pensare che la Samp, a salvezza ormai raggiunta, possa mollare la presa sul campionato per mancanza di stimoli. Ranieri non sembra molto d’accordo: “Io non ci sto a mollare e voglio che anche i giocatori abbiano sempre la stessa determinazione. Non contano i soldi, contano solamente carattere e motivazione dell’uomo. Senza questo sei solo un giocatore a metà. E a me questo non piace”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here