Benevento, Inzaghi: “Il Verona ci ha dominato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:44
0

Il tecnico del Benevento analizza la brutta partita, persa con merito contro il Verona. Inzaghi ha ammesso la superiorità degli avversari e i problemi della sua squadra. Parlano Glik e Schiattarella: “Momento negativo, ma ci salveremo”.

inzaghi benevento
Inzaghi ora inizia a tremare – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Continua il periodo nero per il Benevento, che prolunga la sua striscia di risultati senza vittoria. Anzi, nella serata appena trascorsa è arrivata una delle partite peggiori per i giallorossi sotto la gestione di Filippo Inzaghi. La Strega ha potuto fare ben poco al cospetto di un Verona che, come spesso accade, ha giocato una gara fatta di grande intensità. Anche gli episodi hanno sorriso agli scaligeri, come nel caso dell’infortunio di Letizia che ha aperto la strada proprio sulla corsia lasciata scoperta dall’esperto terzino.

Andiamo a leggere le dichiarazioni salienti del tecnico del Benevento Filippo Inzaghi, e dei calciatori Pasquale Schiattarella e Kamil Glik.

Filippo Inzaghi, allenatore Benevento

“La partita è nata storta. I primi due gol erano evitabili, poi c’è da dire che abbiamo pagato gli infortuni a livello mentale. Siamo a quattro punti dalla zona salvezza, una posizione che avremmo sperato tutti all’inizio della stagione. Dobbiamo ripartire cercando di dimostrare a tutti ciò che sappiamo fare. Oggi Letizia non avrebbe giocato se avessi avuto Barba o Foulon al meglio. Speriamo non sia nulla di grave, anche perché ha sentito dolore sulla gamba infortunata. Depaoli è uscito per un problemino e speriamo che sia nulla di grave. Dobbiamo recuperare bene tutti e capire chi sta meglio perché in questo momento devono giocare coloro che hanno più forza”.

“Con il Verona fai fatica a giocare perché ti viene a prendere uomo su uomo come fa l’Atalanta. Fisicamente abbiamo pagato, sono stati più forti nei duelli. Abbiamo cercato di giocarcela, ma non è andata bene. Per raggiungere il livello dei gialloblu ci vuole ancora tempo. La gara va archiviata e dobbiamo guardare già a sabato. Adesso troviamo uno Spezia che come noi ha sparigliato un po’ le carte rispetto alle previsioni. Mi preoccupano un po’ gli infortuni, un aspetto che pesa. Sono sicuro che troveremo le forze”.

Leggi anche -> Benevento-Verona 0-3, dominio scaligero: cronaca, tabellino, classifica e highlights

Pasquale Schiattarella, centrocampista

Pasquale Schiattarella – meteoweek.com (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

“Ci hanno dominato dall’inizio alla fine. Abbiamo avuto solo una mezza palla gol nel primo tempo, ma il Verona è stato superiore sotto tutti i punti di vista. Da domani penseremo allo Spezia perché non c’è tempo di analizzare questa. Di sicuro abbiamo sbagliato qualcosa, anche perché non siamo questi. Una settimana fa eravamo dei fenomeni, adesso dei brocchi. Siamo una squadra forte che deve raggiungere l’obiettivo, sappiamo bene quali sono i nostri limiti e i sacrifici che facciamo quotidianamente per la salvezza. L’unica cosa che resta è pedalare, provando a dare tutti qualcosa in più. Foulon? deve stare tranquillo perché sbagliano tutti. Non bisogna perdere la fiducia, altrimenti diventa dura. La testa deve essere libera e spensierata, consapevoli di quello che sarà il nostro obiettivo. Un anno mi sono salvato all’ultima giornata. Ci prenderemo le nostre responsabilità e da domani penseremo allo Spezia”.

Leggi anche -> Verona, Juric: “Una partita perfetta”

Kamil Glik, difensore

Kamil Glik – meteoweek.com (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

“Abbiamo ancora quattro punti di vantaggio, anche se stiamo vivendo un periodo negativo. Dobbiamo ricordare che dieci giorni fa siamo stati capaci di fermare la Roma. Tutte le squadre hanno dei momenti storti, sabato si presenta una grande occasione che dovremo sfruttare al meglio. L’importante è tornare con la giusta compattezza. La gara con il Verona è già in archivio. Analizzeremo le cose da migliorare mantenendo sempre un pensiero positivo. La diffida? Sinceramente non mi pesa, penso solo al presente. Ci manca solo una vittoria per riprendere la fiducia e proveremo a conquistarla il prima possibile. Sul terzo gol ho subito fallo, ma non ha senso parlarne adesso. Noi calciatori più esperti cerchiamo di togliere il peso su quei ragazzi che affrontano questa situazione per la prima volta. La serie A è un altro livello rispetto alla cadetteria. Siamo chiamati a metterci la faccia anche in momenti difficili, dando magari qualche libertà ai più giovani. Faremo di tutto per far tornare la serenità a tutto il gruppo perché è importante”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here