Ecco la nuova Williams. Russell: “Non penso alla Mercedes”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:14
0

La FW43B viene svelata alla presenza del pilota britannico e della sua spalla Nicholas Latifi. Russell fa capire che ha in mente solo lo sviluppo della nuova Williams: “Vedo un futuro luminoso qui”.

williams
La nuova Williams FW43B – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Tolto il velo sulla FW43B, la monoposto che la Williams porterà al prossimo campionato del mondo. Alla guida della vettura ci saranno gli stessi due piloti che hanno disputato lo scorso mondiale, ovvero George Russell e Nicholas Latifi. Ma se quest’ultimo è stato confermato soprattutto per il lavoro di sviluppo, gli occhi di tutti sono puntati sul suo collega. Il pilota britannico, infatti, è ormai considerato da tutti l’erede di Lewis Hamilton al volante della Mercedes. In ogni caso, per lui si aprono le porte della terza stagione alla guida della Williams.

E proprio nel corso della presentazione della nuova monoposto, Russell ha fatto capire di non voler ancora pensare al suo futuro. Anche perchè, in un certo senso, i vertici della scuderia di Stoccarda lo hanno rassicurato: “Toto Wolff mi ha sempre dato la sua parola e mi ha sempre dato l’opportunità quando credono che me lo meriti, mi hanno detto che faccio parte del loro futuro. Molti pensano che questo apra un percorso naturale per il 2022. Ma allo stesso modo le cose cambiano molto rapidamente nel motorsport, specialmente in Formula 1, quindi non ci sto nemmeno pensando, ad essere onesto”.

Tra le altre cose, George Russell ha disputato in Mercedes la penultima gara della scorsa stagione. E non gli è mancata una buona dose di sfortuna, visto che partiva dalla pole position ma una sospetta foratura lo ha fatto arretrare fino al nono posto. In ogni caso, quella gara per lui è già il passato: “Ovviamente ho avuto un assaggio della vita in testa alla griglia l’anno scorso, mi concentro solo sul presente e sul mio lavoro, se continuo su questa strada immagino che in futuro l’opportunità arriverà. Ma non ci sto nemmeno pensando e non sono state fatte promesse”.

Anche perchè c’è da difendere la scuderia che ha puntato su di lui già dal 2019: “Innanzitutto sono un pilota Williams quest’anno, ci sono molte speculazioni e pensieri in vista della stagione 2022, su dove sarò. Se ciò non dovesse accadere, ciò che la maggior parte di voi sta ipotizzando, la mia resta una posizione interessante. Guardando alla nuova proprietà, ho visto già cambiamenti in squadra. La Williams è arrivata ultima nei costruttori nelle ultime tre stagioni, non credo che sarà il caso nel 2022. Vedo un futuro molto luminoso qui. C’è un’enorme opportunità per ogni squadra in F1 per il 2022. Immagino di avere una decisione molto interessante tra le mani verso la metà di quest’anno, ma non sto nemmeno pensando in questo modo. Per ora manca ancora più di un anno”.

Leggi anche -> George Russell ha scoperto di sostituire Hamilton… in bagno

Ma quali sono gli obiettivi di George Russell per il 2021? Il britannico parla chiaro: “Il mio obiettivo è solo quello di esibirmi al meglio delle mie capacità, settimana dopo settimana. Questo è quello che ho fatto o ho cercato di fare da quando avevo otto anni iniziando con il go-kart. Ciò che ne deriva è fuori dal mio controllo. Tutto quello che posso controllare è come mi esibisco in pista. Ho avuto delle fantastiche opportunità in passato. La gara in Bahrain dello scorso anno, la Williams, il supporto della Mercedes, tutte cose seguite a quello che era in mio controllo. Questo non cambierà il mio approccio”.

Nuova Williams, parla il Ceo Capito

Queste sono invece le dichiarazioni rilasciate da Jost Capito. Il nuovo Ceo della Williams ha fatto capire quanto sia alto l’entusiasmo per questa nuova avventura. Anche perchè questa stagione sarà utile per l’annata successiva: “Per me è un onore portare questo team nella nuova era, abbiamo il talento per costruire per il futuro. La proprietà di Dorilton è di grande supporto, sarà un 2021 di transizione in cui cercheremo di chiudere il gap dai rivali per quanto possibile in vista del 2022, in cui il nuovo regolamento cambierà“.

Leggi anche -> Mercedes, su il velo. Hamilton: “Vogliamo vincere ancora”

Siamo realisti – prosegue il ceo della Williams – , non sarà semplice e dovremo andare di passo in passo. Il focus è costruire per il futuro e il 2022 cogliendo tutte le opportunità. L’obiettivo a breve termine è costruire, ma a lungo termine è tornare a vincere perché Williams è uno dei nomi più famosi della F1 e del motorsport”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here