Diritti Tv Serie A, convocata d’urgenza la nuova assemblea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:59

Diritti Tv Serie A, la situazione non si sblocca ma è ora di decidere. Convocata d’urgenza una nuova assemblea.

Diletta Leotta giornalista e conduttrice di DAZN

I 20 club di Serie A si riuniranno Giovedì prossimo 11 Marzo, in videoconferenza e, al punto 5, discuteranno dell’assegnazione dei diritti tv per il triennio 2021-2024 su cui non è stata ancora presa una decisione.

Diritti Tv, la situazione attuale

L’ultima assemblea, quella dello scorso 4 marzo, ha registrato una fumata nera con 11 club favorevoli all’offerta Dazn-Tim e 9 club astenuti che puntano all’ingresso di fondi di investimento per alzare l’offerta della tv satellitare che, lo ricordiamo, ha battuto anche quella di Sky.

Atalanta, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Napoli ed Hellas Verona hanno scritto una lettera indirizzata al presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, all’ad Luigi De Siervo e ad altri nove club della massima serie chiedendo di sbloccare l’impasse, minacciando anche azioni legali e la richiesta di risarcimento danni.

E’ un muro contro muro, dunque, e la maggioranza non si trova. Il rischio a questo punto è che, se anche l’altro blocco si cristallizzasse sulle proprie posizioni, si possa arrivare a far scadere le offerte delle tv, valide fino al 29 marzo.

Motivo della convocazione urgente dell’assemblea di Giovedì, nel corso della quale si tenteranno tutte le mediazioni possibili per chiudere la partita. Il calcio, soprattutto in questo momento, ha bisogno di liquidità per andare avanti.

Leggi anche: Diritti tv Serie A, l’offerta di DAZN piace ai presidenti: vicina la svolta