Fiorentina attenta, c’è il rischio esodo per i big viola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:13
0

Sarà una finestra di mercato molto delicata la prossima per la Fiorentina che rischia di perdere quattro dei suoi migliori giocatori.

Fiorentina big
Gli attaccanti della Fiorentina Vlahovic e Ribery (Credits: Getty Images)

Commisso e la sua squadra dovranno probabilmente giocare in difesa. Gli ultime mesi di questa stagione dovranno assicurare la salvezza in campo, mentre fuori si disputeranno alcune partite importanti per il futuro. Il primo gioiello da proteggere è sicuramente Dusan Vlahovic, talento purissimo che con Prandelli sembra aver trovato la giusta maturità per fare la differenza. La tripletta con il Benevento è stato forse il vero inizio di una brillante carriera. A soli venti anni è già uno dei giocatori che vale di più della rosa della viola che vorrebbe blindarlo facendogli firmare subito il contratto che scade nel 2023. Ci proverà Commisso anche per allontanare le tante sirene, Milan e Roma sarebbero pronte a darsi battaglia per il centravanti.

Fiorentina, i big Milenkovic e Pezzella via

Sono pochissime invece le possibilità di trattenere Milenkovic. Il forte difensore è da anni una colonna della Fiorentina, ma il futuro sembra segnato. Il suo accordo scade nel 2022 e il rinnovo è ipotesi quasi impossibile, così la prossima sarà l’estate dell’addio per evitare il rischio di perderlo a zero. Su di lui c’è mezza Europa, piace a Milan e Juve in Italia, ma è dalla Premier League che sono disposti a fare follie per il ventitreenne. Il Liverpool e il Manchester United avvieranno presto i contatti e scateneranno un’asta che dovrebbe partire da oltre 30 milioni di euro.

La situazione di Milenkovic è simile a quella di Pezzella. Il capitano va in scadenza nel 2022 e ancora non ha rinnovato. E’un uomo importante, spesso fondamentale, che però in questa stagione è stato aspramente criticato. Su di lui c’è la solita Roma, sempre a caccia di difensori visto che i soli Ibanez, Smalling, Mancini e Kumbulla non bastano a Fonseca passato alla retroguardia a tre.

Infine c’è la questione Ribery. Il francese di 37 anni ha dimostrato a Benevento di poter essere ancora un trascinatore. Il suo contratto scade a fine stagione, ancora non si è parlato di rinnovo e il Monza sogna di portarlo alla corte di Brocchi come fiore all’occhiello della sua campagna acquisti in caso di promozione in Serie A.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here