Lorenzo: “Una clausola e avrei fatto ritirare Valentino Rossi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:31
0

Jorge Lorenzo avrebbe potuto causare il ritiro di Valentino Rossi. A rivelarlo è stato l’ex pilota stesso, il quale nel 2012 era la punta di diamante della Yamaha. Il Dottore quasi pensava di dire addio alla Moto GP, poi arrivò il nuovo contratto proprio con il team giapponese.

jorge lorenzo
Jorge Lorenzo, pilota spagnolo che ha chiuso la sua carriera con la Honda (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Le piste di Moto Gp ormai non vengono più percorse da Jorge Lorenzo (ritiratosi dopo le gare sofferte al mondiale 2019), ma l’ex pilota spagnolo continua a fare parlare di sé. Nei giorni scorsi aveva acceso la polemica a seguito dei primi test di Yamaha con un post sui social non al miele sulla caduta di Cal Crutchlow. Quest’ultimo ha ereditato il ruolo di tester e collaudatore proprio dall’ex pilota spagnolo, che lo ha ricoperto soltanto per una stagione. Poche ore fa, invece, nelle sue mire è finito Valentino Rossi. Il Dottore, in base alle ultime rivelazioni del cinque volte iridato, dovrebbe essergli grato poiché gli avrebbe evitato il ritiro ben nove anni fa.

Leggi anche -> Sainz: “La Ferrari cresce, che coppia con Leclerc”

Lorenzo e il mancato ritiro di Valentino

Jorge Lorenzo, in un’intervista rilasciata a El Mundo, è tornato indietro di quasi dieci anni. Nel 2012, infatti, Valentino Rossi aveva ammesso di stare valutando la possibilità di ritirarsi dalle gare poiché insoddisfatto degli ultimi risultati con la Ducati. Poi arrivò il nuovo contratto con la Yamaha e, dunque, la svolta nella sua carriera. In quegli anni il diamante di punta del team era proprio lo spagnolo, che tuttavia non si oppose all’arrivo del Dottore.

Valentino ha sempre detto che, nel 2012, dopo l’avventura in Ducati, era stato vicino al ritiro. A quel tempo stavo per vincere il mio secondo titolo in MotoGP ed ero la punta di diamante della Yamaha. Mi avrebbero dato di tutto per farmi rimanere lì. Se fossi riuscito a mettere una clausola per non averlo come compagno di squadra, Valentino Rossi si sarebbe ritirato… E ora forse sarei ancora il pilota Yamaha numero uno“. Lo ha raccontato Jorge Lorenzo con un pizzico di amarezza.

Leggi anche -> Prandelli, addio alla Fiorentina e al calcio: “Questo mondo non fa più per me”

Il ritorno di Marquez

L’ex pilota spagnolo, infine, si è voluto esprimente anche sul momento che Marc Marquez sta vivendo. Il campione del mondo del 2019, infatti, non scenderà in pista al debutto in Qatar poiché, per i medici, è ancora troppo rischioso a seguito dell’infortunio all’omero. “Io ho fatto la pazzia più bestiale correndo ad Assen nel 2013, subito dopo aver subito un intervento chirurgico alla clavicola. Non avrebbero dovuto lasciar correre lui e nemmeno me. Siamo stati ingannati dal fatto che siamo su una moto, che il nostro sport non è contatto, ma se cadi – ha concluso Jorge Lorenzo  le conseguenze possono essere davvero gravi“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here