Lituania, Urbonas: “In campo con onore, Svizzera tra le migliori d’Europa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:24
0

La Lituania affronterà la Svizzera all’esordio nelle qualificazioni al Mondiale 2022. I verdegialli sognano una storica qualificazione in Coppa del Mondo. Il c.t. Valdas Urbonas ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match.

Lituania urbonas
Valdas Urbonas, commissario tecnico della Lituania (Photo by Octavio Passos/Getty Images)

La seconda giornata delle qualificazioni al Mondiale 2022 in Qatar, nel gruppo G, vedrà esordire la Lituania, che giovedì non è scesa in campo. La Nazionale guidata dal c.t. Valdas Urbonas dovrà affrontare una ostica sfida contro la Svizzera tra le mura del Kybunpark di San Gallo. I rossocrociati nello scorso turno hanno conquistato una vittoria senza difficoltà in casa della Bulgaria, che invece oggi sarà chiamata ad affrontare l’Italia, altra corazzata del girone. I baltici, da parte loro, intendono fare meglio rispetto alla precedente campagna, in cui conquistarono una sola vittoria a fronte di tre pareggi e sei sconfitte. Nella loro storia non hanno mai staccato il pass né per gli Europei né per la Coppa del Mondo. Anche quest’anno l’impresa sarà ardua, ma daranno il massimo per potere tendere qualche insidia alle altre e farsi spazio.

Urbonas alla vigilia

Valdas Urbonas, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Svizzera, ha parlato dei prossimi impegni: “Domani iniziano le qualificazioni ai Mondiali, ci aspetta un avversario davvero serio e forte. Ovviamente, se dovessi utilizzare una metafora per definire la nazionale svizzera, potresti dire che si tratta di un orologio svizzero ben sintonizzato che funziona perfettamente. La squadra attacca bene, difende bene e trova i punti deboli degli avversari. Capire in che modo e in quale zona imporre il proprio gioco contro squadre di questo calibro è abbastanza difficile, ma comunque in ogni duello, in ogni metro di campo, cercheremo di lottare e fare in modo che non sia facile per gli avversari. Molto dipenderà dall’umore psicologico, ma spero che giocheremo con onore“.

Secondo il c.t. gialloverde l’esperienza degli avversari è data soprattutto dalla presenza sulla panchina di Vladimir Petkovic da ben 7 anni: “E’ ovvio, so che la squadra è equilibrata e ben adattata. Riesce a far bene non solo con le nazionali di basso rango, ma, come ha dimostrato lo scorso anno, giocando anche con corazzate come le nazionali tedesca e spagnola. Questa è davvero una squadra che può affermarsi con coraggio ed è anche nella top 20 del ranking FIFA. Per quel che ho visto fanno davvero pochi errori. Mi hanno fatto una buona impressione, quindi ci aspetta una sfida davvero ostica“.

E, in merito alla prima uscita dei rossocrociati, aggiunge: “Come dimostrano i precedenti della Svizzera, i primi 15 minuti di gioco saranno davvero importanti per la nostra squadra. Dobbiamo essere delusi quando diamo un vantaggio ai nostri avversari e sbagliamo un gol all’inizio della gara. Spero vivamente e credo che domani staremo più attenti, concentrati sin dall’inizio. L’inizio non è però tutta la partita, dobbiamo mantenere la concentrazione durante tutti i 90′ per poter giocare con la squadra svizzera in modo onorevole“. La Lituania, da parte sua, nell’ultima amichevole contro il Kosovo ha incassato ben quattro gol: “Abbiamo provato a giocare con un altro schema tattico, ma alcune perdite e rotazioni di giocatori ci hanno portato ad adattarci, per vedere come giocare meglio. Questo – ha precisato Urbonas – non significa che domani giocheremo con lo stesso modulo con cui abbiamo giocato contro il Kosovo“.

Leggi anche -> Gol regolare annullato a Ronaldo nel finale tra Serbia e Portogallo

Švedkauskas presenta la sfida

Tomas Švedkauskas, portiere della Nazionale lituana, è intervenuto in conferenza stampa al fianco del c.t. Valdas Urbonas per parlare dell’ostica sfida contro la Svizzera. “I rossocrociati sono una delle favorite del girone e in generale una delle migliori squadre d’Europa, quindi ci aspetta una partita davvero difficile. Sì, gli svizzeri probabilmente gestiranno il corso della partita, ma proveremo a costruire le nostre armi in anticipo. Difendendoci in modo organizzato, uscendo con attacchi rapidi e cercando di condizionare il loro gioco dove possibile“. E aggiunge: “Queste partite sono sempre importanti, ci fanno onore. Personalmente non vedo l’ora di giocarle perché posso mettere alla prova il mio livello, confrontarlo con quello dei migliori e capire quello che posso fare da solo. La Svizzera ha un’ottima formazione. Molti giocatori giocano in Germania, sono davvero ben organizzati“.

Leggi anche -> Lussemburgo corsaro in terra d’Irlanda: gol vittoria di Rodrigues

La Lituania, da parte sua, ha grande voglia di riscattarsi dal ko contro il Kosovo in amichevole: “Abbiamo davvero grandi ambizioni. Quel risultato non ha rispecchiato l’andamento della partita. Abbiamo avuto molte occasioni per segnare e ribaltare quella partita nella direzione opposta, ma purtroppo non è andata così. Ma è un bene che sia successo in un’amichevole e forse sarà una spinta in più prima di questo inizio di qualificazione. Credo che ci sveglieremo in tempo, trarremo conclusioni e cercheremo di non commettere gli stessi errori e di organizzare meglio la partita“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here