Irlanda del Nord, Baraclough: “Tanto rammarico, manca il pubblico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:41
0

Il commissario tecnico dell’Irlanda del Nord è amareggiato per la mancata vittoria interna contro la Bulgaria. Proprio l’assenza del pubblico a Belfast è stata determinante secondo un Baraclough che non getta la spugna nonostante l’inizio pessimo.

baraclough irlanda del nord
Baraclough cerca di incoraggiare i suoi – meteoweek.com (Photo by Charles McQuillan/Getty Images)

Si conclude con un solo punto in due partita la prima trance di partite per l’Irlanda del Nord, nel cammino di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022. La rappresentativa britannica, dopo essere uscita sconfitta con onore dal campo di Parma contro l’Italia di Roberto Mancini, è stata obbligata sul pareggio a reti bianche dalla Bulgaria. Nella gara disputata ieri sera a Belfast, la compagine allenata da Ian Baraclough ha provato in più occasioni a perforare la difesa bulgara, senza però riuscire a trovare il colpo da tre punti. Ne è dunque venuto fuori uno 0-0 che poteva spezzarsi nel finale, quando Peacock-Farrell ha sventato l’ultimo tentativo di Iliev.

A fine partita, il commissario tecnico dell’Irlanda del Nord ha svelato tutto il proprio disappunto per quella che è a tutti gli effetti una mancata vittoria. Baraclough ha risposto così alle domande dei giornalisti, facendo leva proprio sulla mancata rete da tre punti: “Questo risultato mi delude molto, non era quello che volevamo – ha dichiarato – . Tuttavia non posso dire nulla ai ragazzi, ci hanno provato fino alla fine a portare a casa una vittoria che sarebbe stata importantissima. Non ci resta altro da fare che riflettere su ciò che non è arrivato per ottenere la vittoria”.

In particolare, Baraclough ha parlato di una prestazione che in condizioni normali avrebbe senza dubbio portato i tre punti alla sua Irlanda del Nord. Se non altro perchè Dallas e compagni hanno creato tanto durante i 90 minuti, senza però essere concreti a tal punto da segnare: “Credo che abbiamo portato la giusta pressione ai nostri avversari, portando tante volte la palla in area con cross molto pericolosi. Lo sforzo fatto ci ha consentito di calciare 13-14 volte verso la porta, ci sono stati tanti cross in area. Purtroppo ci è mancata la cosa più importante, ovvero la finalizzazione”.

Leggi anche -> Irlanda del Nord-Bulgaria 0-0, le due squadre non si fanno male

Baraclough ha parlato delle occasioni create ma non finalizzate. Soprattutto quelle del secondo tempo: “Non siamo riusciti a essere concreti. Gavin Whyte ha avuto una grande occasione nel secondo tempo, in un’altra occasione McGinn ha avuto tra i piedi una bella palla, ma il suo tiro è stato deviato”. E poi c’è stata la grande chance, ovvero la traversa di Dallas nel primo tempo: “Abbiamo colpito un legno, tanti colpi di testa che non hanno centrato la porta. Anche Lafferty nel finale ci ha provato, ma non siamo stati troppo fortunati. Dobbiamo raggiungere un livello superiore nella prestazione e nella finalizzazione per crescere”.

Leggi anche -> Italia, Mancini: “Rischiato tanto, siamo stati poco brillanti”. E sul record di Lippi…

L’ultimo spunto che il commissario tecnico dell’Irlanda del Nord ha offerto in conferenza stampa riguarda l’assenza di pubblico. Secondo Baraclough, infatti, la presenza di circa 20mila spettatori allo stadio di Belfast avrebbe consentito ai suoi ragazzi di giocare con maggiore grinta e precisione. “L’ho detto anche ai miei collaboratori, in un raro momento di calma a fine partita – ha detto – . Con 18.500 spettatori sugli spalti avremmo senza dubbio vinto la partita. È la gente che spinge la palla in porta e aggiunge ulteriori ostacoli agli avversari quando attaccano. Speriamo che a settembre la gente possa tornare sugli spalti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here