Venezia, Zanetti: “La Reggina è tosta, voglio vincere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:43
0

Il tecnico del Venezia confida nella voglia dei suoi di mantenere le posizioni di testa della classifica. Per l’occasione Zanetti recupera Dezi ma dovrà fare a meno di Bjarnason, arrivato in ritardo dall’Islanda.

zanetti venezia
Paolo Zanetti si aspetta la vittoria – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Riprende il campionato di Serie B, dopo gli impegni delle Nazionali che hanno indotto tutti a fermarsi per una settimana. Uno degli incontri più interessanti nel programma della 31esima giornata della serie cadetta si giocherà allo stadio “Pierluigi Penzo”. Di fronte il Venezia allenato da Paolo Zanetti e la Reggina guidata da Marco Baroni. Un match particolarmente interessante, tra i lagunari che vogliono riprendere l’inseguimento alla vetta della classifica. Di fronte ci saranno gli amaranto, che hanno ancora qualche chance residua di approdare in zona playoff.

Andiamo a leggere le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Venezia alla vigilia del match, come riportato dai colleghi di Trivenetogoal.

Tra assenti e giocatori al rientro – “Abbiamo recuperato qualche giocatore che non è al top, ma che sarà convocato come Dezi. Abbiamo avuto i nazionali via: Bjarkason è tornato stanotte, ma non riusciamo a fargli il tampone per cui non ci sarà, mentre Ala-Myllymaki ha ancora problemi al ginocchio. Verranno convocati 24 giocatori, abbiamo fatto rifiatare alcuni ragazzi che avevano tirato la carretta. Forte lo vogliamo recuperare al più presto, sta lavorando bene e per Cosenza fra una settimana ci sono buone possibilità che possa rientrare. Oltre a Dezi recuperiamo anche Karlsson, che verrà in panchina. Mazzocchi sarà squalificato, Ferrarini ci dà ampie garanzie e ha sempre dimostrato di saperci stare in questa squadra. Ha margini di miglioramento impressionanti e infiniti”.

Che avversario si aspetta – “La Reggina è cresciuta tantissimo nel girone di ritorno e ha fatto molto bene. Mi aspetto una partita difficile, il nostro calendario è tosto, ci mette ogni settimana di fronte a impegni complicati. Dobbiamo ritornare a fare punti in casa, le ultime due partite le abbiamo steccate dal punto di vista del risultato”.

Leggi anche -> Reggina, Baroni: “A Venezia partita complicata”

Il momento del Venezia – “Adesso avremo due partite in casa su tre, inframezzate da una trasferta complicatissima a Ferrara. Il momento storico che abbiamo ci presenta 8 partite da giocare, 3 delle quali verranno disputate in una settimana. Al termine di questo percorso se saremo bravi proseguiremo il nostro cammino, se saremo ancora più bravi il nostro cammino si fermerà”.

Il precedente di Reggio Calabria – “All’andata avevamo sbagliato l’approccio ma abbiamo ribaltato tutto. All’andata alla fine del primo tempo avevo fatto un po’ di show (ride ndr), mi auguro di non dovermi ripetere”.

Leggi anche -> Brescia, Clotet: “Col Pordenone serve mentalità giusta”. E sul futuro…

Le scelte tattiche in casa Venezia – “Ci saranno minimo tre punte in campo, questo lo posso dire. Le tre punte rapide di Monza sono state scelte perché servivano altre caratteristiche, mentre magari domani me ne serviranno delle altre. Quando ci sono partite in cui ci sono spazi da attaccare potrebbe essere riproposto l’attacco a tre punte rapide. Il gioco in questo modo diventa molto più centrale e si va meno sugli esterni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here