Benevento-Parma 2-2, pareggio in extremis: cronaca, tabellino e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:58
0

Scontro salvezza tra Benevento e Parma che termina 2-2: decisivo il gol di Man nel finale per il pareggio.

Benevento Parma
Kamil Glik, difensore del Benevento, esulta dopo il gol del vantaggio [credit: Getty Images]

Cronaca del match

Benevento-Parma è uno scontro diretto per la salvezza: Inzaghi sceglie il 3-5-2 e conferma il tandem offensivo Gaich-Lapadula che tanto ha fatto bene a Torino; 4-3-3 per D’Aversa con Hernani che vince il ballottaggio con Kurtic e il tridente Gervinho-Pellè-Man. Il match si sblocca dopo 23 minuti di equilibrio assoluto: calcio di punizione da sinistra che si sviluppa sul secondo palo con Barba che fa da sponda per Glik, bravo a farsi trovare pronto e a spingere in porta il pallone da distanza ravvicinata. Prima rete con il Benevento per il centrale polacco. È sempre la squadra di casa a farsi vedere nell’area avversaria: al 42′ Hetemaj parte in percussione centralmente e manda Gaich in profondità, ma la conclusione dell’argentino non fa male a Sepe.

Il Parma parte meglio nel secondo tempo e trova il gol del pareggio: da calcio d’angolo Bani colpisce di tesa, Montipò respinge e Kurtic è il più veloce ad avventarsi sul pallone per segnare a porta vuota. Dopo 5 minuti il VAR annulla il gol del sorpasso degli emiliani: sul colpo di testa di Gagliolo la posizione di Gervinho è irregolare. Il Benevento torna avanti grazie al gol di Ionita, che da calcio d’angolo è perfetto ad inserirsi in terzo tempo e a battere Sepe. I campani si confermano letali da calcio piazzato: con i due messi a segno oggi sono 16 i gol nati da palla inattiva. Il Parma continua a spingere per cercare il pareggio con Busi che prova la conclusione con la punta dai 16 metri: il pallone sfiora il palo. La rete del 2-2 arriva poco dopo: Man raccoglie la sponda di Cornelius e scarica un sinistro potente sul primo palo su cui Montipò non può nulla. Il risultato non cambia più: pareggio in extremis che può essere importante per il Parma.

LEGGI ANCHE -> Lotta salvezza, Crotone e Parma nel baratro, testa a testa Cagliari-Torino

Benevento-Parma: le formazioni ufficiali

Benevento (3-5-2): Montipò; Tuia, Glik, Barba; Depaoli (88′ Letizia), Hetemaj, Schiattarella, Ionita, Improta; Lapadula (64′ Caprari), Gaich (79′ Di Serio).
A disposizione: Manfredini, Letizia, Caldirola, Foulon, Tello, Viola, Dabo, Caprari, Insigne, Di Serio, Sau, Iago Falque.
Allenatore: F. Inzaghi

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini (46′ Busi), Bani, Osorio, Gagliolo; Kucka (77′ Cornelius), Brugman (46′ Kurtic), Hernani (85′ Conti); Man, Pellè, Gervinho (77′ Mihaila).
A disposizione: Colombi, Conti,Zagaritis, Alves, Dierckx, Busi, Grassi, Kurtic, Cyprien, Camara, Cornelius, Mihaila.
Allenatore: R. D’Aversa

Arbitro: Massa
Assistenti: Di Vuolo – De Meo
IV uomo: Dionisi
VAR: Di Bello
AVAR: Del Giovane

Tabellino

Benevento-Parma 2-2 (23′ Glik, 67′ Ionita; 55′ Kurtic, 88′ Man)
Ammonizioni: 48′ Bani, 76′ Hetemaj, 84′ Di Serio

Highlights

Classifica Serie A

 

Precedenti e curiosità

Un solo precedente fra Benevento e Parma: all’andata finì 0-0. Sulla panchina degli emiliani sedeva ancora Fabio Liverani.

Filippo Inzaghi e Roberto D’Aversa si incrociano per la quinta volta: bilancio di 3 pareggi e di una vittoria per l’allenatore del Parma (Venezia-Parma 0-1, Serie B 17/18).

Inzaghi affronta il Parma per la nona volta in carriera: 3 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta. Contando solo le sfide in Serie A, sono 2 vittorie (alla guida del Milan) e due pareggi (con Bologna e Benevento).

D’Aversa incrocia il Benevento per la prima volta in carriera.

Sfida tra chi ha mandato in gol più giocatori italiani (Benevento, 9) e chi meno (Parma, solo Pellè).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here