Pordenone-Entella 3-0: cronaca, tabellino e classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:23
0

Pordenone-Entella finisce 3-0. Buon debutto di Domizzi sulla panchina dei neroverdi. L’Entella pare ormai rassegnato alla retrocessione.

Pordenone-Entella
Una fase del match di andata a Chiavari

La cronaca

Il Pordenone parte subito forte e trova il gol al 4′ con un bel diagonale mancino di Ciurria che entra in area di rigore, sfugge alla marcatura di Pellizzer e batte Borra. Al 27′ Meraviglia sorvola su un contatto sospetto di Barison su Brunori, che avrebbe forse meritato il penalty. I ramarri raddoppiano al 31′: Misuraca si libera di due uomini e pesca Ciurria in area. L’attaccante alza la sfera per Musiolik che batte Borra con un preciso colpo di testa. Il primo tempo si conclude con l’Entella sotto di due gol. I liguri hanno mostrato un buon possesso palla, ma Perisan non è mai stato seriamente impensierito.

Nel secondo tempo l’Entella prova a tornare in partita, ma al 61′ il neo entrato De Luca si fa espellere per doppia ammonizione, complicando le cose a Vivarini. Schenetti al 72′ impegna Perisan su punizione. I padroni di casa controllano la gara, che nella ripresa è maggiormente spezzettata rispetto alla prima frazione di gioco. I due tecnici effettuano la consueta girandola di sostituzioni, ma il tema tattico dell’incontro non sembra cambiare. Butic nel finale arrotonda il risultato, finisce 3-0.

Pordenone-Entella: i tabellini

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Barison, Bassoli (80′ Stefani), Falasco; Magnino, Calò ( 72′ Pasa), Misuraca (84′ Scavone); Zammarini (72′ Biondi), Ciurria, Musiolik (83′ Butic).
ENTELLA (4-3-1-2): Borra; Cleur (46′ De Col), Pellizzer, Chiosa, Costa; Dragomir, Mazzocco, Brescianini (90′ Marcucci), Morosini (46′ De Luca); Brunori (74′ Rodriguez), Schenetti (74′ Mancosu).

Marcatori: 4′ Ciurria, 31′ Musiolik, 90’+3′ Butic

Ammoniti: 49′ De Luca, 54′ Berra, 70′ Costa, 71′ Bassoli

Espulso: 61′ De Luca

 

La classifica

 

Dopo la scintillante stagione scorsa, in pochi avrebbero preventivato il vero e proprio tonfo del Pordenone quest’anno. Il girone di ritorno dei friulani è stato una via crucis, con una sola vittoria nelle ultime undici giornate. La clamorosa involuzione tattica e di gioco, culminata con l’ultima sconfitta per 1-4 a Brescia, è costata il posto ad Attilio Tesser, l’allenatore protagonista del salto dalla C alla B due anni fa. La squadra è stata affidata a Maurizio Domizzi – ex difensore di Napoli e Udinese – promosso dalla Primavera. I ramarri hanno una partita da recuperare, ma i playout in questo momento distano solo due lunghezze e l’ambiente è decisamente preoccupato. Oggi arriva l’Entella, per una sfida che si preannuncia delicatissima.

Gli uomini di Vivarini sono addirittura andati vicino ad una vittoria che avrebbe avuto dell’incredibile a Monza, ma il gol di Scaglia a due minuti dalla fine ha rovinato la loro festa. La salvezza è sempre più lontana per i liguri, ultimi in classifica e con dodici punti da recuperare sul quindicesimo posto.

Le parole di Domizzi, al debutto oggi

Maurizio Domizzi, nuovo allenatore del Pordenone subentrato a Tesser, ha parlato alla vigilia del suo esordio contro l’Entella. Ecco le sue parole: “Se mi chiedete se proverò emozione, vi dico che mi auguro e spero proprio di sì: sono una persona normale, che vuole fare questo lavoro e sono felice di iniziare questa nuova esperienza. Per adesso c’è stato veramente poco tempo ed è stato vissuto da tutti di slancio, di nervi. Facciamo al meglio la partita di domani, poi faremo ulteriori valutazioni. Vogliamo tutti una reazione, i giocatori per primi. Bisogna stringere i denti e velocemente trovare l’equilibrio tra il non sentirsi troppo tranquilli o pensarsi retrocessi. In mezzo c’è un mondo da colmare, a nostro favore. La Virtus Entella è una squadra che prova sempre a giocare, ha elementi tecnici e veloci”.

Pordenone-Entella: i precedenti

Quello di oggi sarà il quinto incrocio tra le due compagini. Nei quattro precedenti si sono verificati due pareggi e due vittorie del Pordenone. All’andata i ramarri espugnarono Chiavari per 1-0, con un gol su rigore di Davide Diaw, adesso in forza al Monza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here