Ascoli-Vicenza, primo tempo 0-0: ancora Padella, Kragl re della fascia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48
0

Il primo tempo di Ascoli-Vicenza si chiude a reti bianche. La partita non è giocata ad alta intensità, ma è comunque molto combattuta e regala diverse emozioni. Uno dei protagonisti è sicuramente Kragl, padrone della fascia sinitra, che però è vittima di numerose incomprensioni con Sabiri.

Ascoli, il terzino sinistro Olivier Kragl in campo durante la partita con la Cremonese. Serie B, 19 marzo 2021 (foto © Ascoli Calcio 1898 FC).
Ascoli, il terzino sinistro Olivier Kragl in campo durante la partita con la Cremonese. Serie B, 19 marzo 2021 (foto © Ascoli Calcio 1898 FC).

Il primo tempo di Ascoli-Vicenza la gara è apertissima. Le due squadre si affrontano a viso aperto, anche se i ritmi di gioco non sono molto alti. I bianconeri hanno una buona densità a centrocampo e giocano a baricentro alto, prestando la massima attenzione alle ripartenze avversarie. Negli ultimi metri, però fanno fatica ed il risultato si ferma sullo 0-0.

La prima occasione della gara è dell’ex della gara Padella, che nella gara di andata del 19 dicembre aveva deciso la vittoria 2-1 dei biancorossi al 90′. Il suo tentativo di conclusione al 5′ finisce sopra la traversa e non impensierisce il portiere Leali. L’estremo difensore è però chiamato 3′ dopo al suo primo intervento sul tentativo di conclusione di Jallow.

I bianconeri si muovono bene sulla fascia destra: l’iniziativa di Sabiri-Buchel-Kragl fa partire il suggerimento giusto per Bidaoui, che però non concretizza. Un brutto calcio d’angolo dell’Ascoli regala un pericolosissimo contropiede al Vicenza, che scatta in velocità e costringe Caligara al fallo per fermare l’azione.


Leggi anche:

Al 17′ Sabiri prova a ripetere una delle sue magie su tiro di punizione. Grandi si fa però trovare pronto, anche quando Kragl prova ad imbucare sulla ribattuta. Nella formazione bianconera si accende la fascia destra, e mentre Di Carlo si arrabbia con i suoi perchè stanno subendo i padroni di casa, Bidaoui fallisce nel ripetere il tiro di piatto del Pescara.

Sabiri vede libero Kragl, che chiede a gran voce il pallone. Il terzino sinistro, in grandissima forma, imposta il tiro da fuori area che finisce fra le braccia di Grandi. Il Vicenza cerca di alzare il baricentro tirando fuori qualche spunto in più sulle fasce. Giacomelli al 35′ si inventa dal nulla un pallone pericoloso, che però Jallow non riceve.

A distanza di pochi minuti, quando Jallow ha già preso il giallo, c’è un vistoso fallo di mano del numero 95 per stoppare il pallone. L’arbitro Luca Massimi di Termoli non se la sente di estrarre il secondo giallo e quindi l’espulsione, in una decisione davvero dubbia. Nel recupero c’è il suggerimento di Bidaoui per Kragl che dopo un dribbling fallisce il tiro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here