Reggiana, Alvini: “Felice del ritorno dell’Empoli, servirà gara perfetta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:44
0

L’anticipo della 33a giornata di Serie B vedrà la Reggiana ospitare l’Empoli. Gli emiliani sfidano tra le mura amiche la capolista, reduce da uno stop forzato di due turni. Il tecnico granata Massimiliano Alvini, alla vigilia del match, ha parlato in conferenza stampa.

alvini
Massimiliano Alvini, allenatore della Reggiana (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

La Reggiana ospita l’Empoli nell’anticipo della trentatreesima giornata del campionato di Serie B. Quasi un testa-coda, dato che le squadre sono rispettivamente terzultima e prima in classifica. Entrambe, tuttavia, stanno vivendo un momento complesso della stagione. Gli azzurri non scendono in campo da due turni a causa del focolaio di Covid-19 scoppiato in rosa. In tanti, dunque, non sono al meglio della condizione. La squadra di Massimiliano Alvini, invece, è reduce da tre pareggi. La vittoria manca addirittura da otto gare. Un ritorno al successo sarebbe utile per dare ottimismo ai granata e, soprattutto, permettere loro di continuare a credere nella salvezza. Non sarà facile, tuttavia, mettere in difficoltà i toscani.

Alvini alla vigilia

Massimiliano Alvini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo, ha parlato dell’assenza prolungata degli avversari: “Innanzitutto è importante rivedere l’Empoli in campo, questa è una buona notizia. Arriva a Reggio una squadra che domina meritatamente il campionato, forte di una rosa costruita benissimo. Non possiamo sapere quali sono le loro condizioni, ma non ci penso. Servirà la migliore Reggiana per fare una partita significativa e portare a casa un risultato positivo contro un avversario molto forte”.

Leggi anche -> Empoli, Dionisi: “Finalmente in campo. Siamo pronti, niente alibi”

La Reggiana stessa a novembre scorso ha dovuto fare i conti con un focolaio di Covid-19. Con 18 positivi i granata non si presentarono in campo. La Lega B, tuttavia, in quel caso non rinviò il match. Fu assegnata, piuttosto, la sconfitta a tavolino. Una decisione che in questa stagione sembrerebbe essere stata unica e che, a posteriori, potrebbe avere condizionato le sorti del campionato: “Non auguro a nessuno di vivere queste situazioni. Mi limito a dire che la realtà è sotto gli occhi di tutti, inutile aggiungere alto perché non cambia la storia. Guardiamo avanti senza pensare a quello che è stato ma a quello che vogliamo fare domani“.

Gli emiliani adesso pensano soltanto a conquistare la salvezza sul campo. L’allenatore ha le idee più o meno chiare in merito all’undici che scenderà in campo dal 1′ al Mapei Stadium: “C’è ancora qualche giocatore da verificare dopo la partita di lunedì. E’ quindi possibile che nelle scelte iniziali ci siano delle variazioni dovute alle condizioni fisiche. Mazzocchi e Ardemagni avevano fatto bene a Frosinone, così come Zamparo e Kargbo contro il Brescia. Vediamo chi giocherà, ma potranno essere tutti e quattro della partita. Laribi? Il suo calo non ci sorprende visto che era reduce da un lungo periodo di stop e inoltre ha avuto un’infiammazione che lo ha limitato in alcuni allenamenti. Sono comunque contento del suo percorso a Reggio, finora è sempre stato fondamentale“.

Leggi anche -> Jorginho, parla l’agente: “Vuole tornare in Italia. Napoli? Se gli azzurri chiamano…”

Infine, qualche parola sulla difesa: “È un dato di fatto: statisticamente dietro abbiamo il peggiore rendimento della Serie B. Abbiamo concesso troppi gol su errori individuali che vogliamo correggere e anche su alcune situazioni di gruppo. Dobbiamo migliorare. L’obiettivo è conquistare il numero maggiore possibile di punti. La squadra – ha concluso Alvini – ora ha trovato un buon equilibrio, in campo dobbiamo dare il massimo di noi stessi. Sempre“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here