Sampdoria, Ferrero prepara la rivoluzione, cambiano allenatore e D.S.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:07
0

La Sampdoria cambierà faccia il prossimo anno, Ferrero è pronto alla rivoluzione e ha già incontrato alcuni candidati.

Sampdoria Ferrero
Massimo Ferrero e Carlo Osti (Credits: Getty Images)

L’ora della rivoluzione è arrivata. Massimo Ferrero cambierà la Sampdoria in tutte le sue parti, il rinnovo di Ranieri è lontano e anche Osti e Pecini, uomini mercato per eccellenza, difficilmente rimarranno. Tutte le intese con i tre citati scadono a fine stagione e i prolungamenti non sembrano essere nella testa del presidente che, anzi, sta già iniziando a contattare i profili per la Samp che verrà.

Sampdoria, Ferrero e il casting allenatore

Si parte quindi dall’allenatore. La questione Ranieri non è cambiata negli ultimi mesi, l’ingaggio da 1,8 milioni è troppo pesante, difficile pensare ad una svolta nella trattativa anche perché ora Ferrero sembra più propenso a cambiare. Nei giorni scorsi, secondo Il Secolo XIX, ha incontrato Dejan Stankovic, allenatore della Stella Rossa, prima in campionato e avversaria del Milan in Europa League. Consigliato da Mihajlovic, è giovane, ha 42 anni, e piace per il suo temperamento. Non è ovviamente l’unico nome preso in considerazione, contatti ci sarebbero stati con Ivan Juric e Vincenzo Italiano, oltre che con Zanetti, protagonista di un ottima stagione a Venezia in Serie B e con Luca Gotti dell’Udinese, che stuzzica ma non convince del tutto. Gli outsider sono Liverani e Stroppa.

Via anche Carlo Osti

Cambierà come detto anche l’assetto societario a Corte Lambruschini. Carlo Osti, corteggiato dallo Spezia, dovrebbe aver finito il suo ciclo e per la sedia di Direttore Sportivo sono due i candidati forti. Il primo è Faggiano, da tempo in contatto con Ferrero, che vuole rilanciarsi dopo i pochi mesi al Genoa. Lui in panchina porterebbe volentieri Roberto D’Aversa che ha già avuto a Parma nella stagione scorsa. L’altro nome da tenere d’occhio e Vagnati, attuale DS del Torino, ligure e sampdoriano. In granata non ha brillato, ma è stato l’artefice del miracolo SPAL, se dovesse essere lui il nuovo dirigente molto probabile che prenda quota la candidatura di Leonardo Semplici in panchina. A completare la lista ci sarebbero Cristiano Giuntoli, ora al Napoli, e Tony D’Amico del Verona. Il casting è iniziato, la Sampdoria cambierà pelle la prossima stagione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here