Fiorentina-Atalanta, primo tempo 0-2: Zapata si supera, magico Malinovskyi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:36
0

Il primo tempo di Fiorentina-Atalanta vede la rete di Duvan Zapata, che così sale a quota 64 e diventa il secondo miglior marcatore della storia nerazzurra dopo Doni. La Dea domina in campo, i Viola si chiudono in difesa.

Atalanta, da sinistra: Ruslan Malinovskyi, Mario Pasalic, Duvan Zapata durante la gara con il Brescia. Serie A, 14 luglio 2020 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).
Atalanta, da sinistra: Ruslan Malinovskyi, Mario Pasalic, Duvan Zapata durante la gara con il Brescia. Serie A, 14 luglio 2020 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).

Nel primo tempo della partita fra Fiorentina ed Atalanta nello Stadio Artemio Franchi vengono soddisfatte le aspettative dell’incontro. I padroni di casa giocano infatti sulla difensiva, mentre gli ospiti si lanciano in attacco. Kouamé sembra totalmente escluso dal gioco, mentre Zapata è protagonista con la sua rete dello 0-1.

I nerazzurri si tuffano subito in attacco: il primo spunto è di Malinovskyi, poi di Zapata. Il colombiano sembra accusare un contrasto con Pezzella, e continua a toccarsi la spalla. Al 12′, su calcio d’angolo, arriva l’occasione di trasformare il risultato. Il tiro è di Malinovskyi, l’imbucata di testa è di Zapata.

Gosens, che si trova a giocare la seconda partita allineato con la difesa, riprova a segnare in azione aerea sul successivo calcio dalla bandierina, ma questa volta Dragowski si fa trovare pronto. Il tedesco ci riprova, ancora di testa: l’azione nasce dall’intesa Muriel-Malinovskyi, da cui parte il cucchiaio ed interviene sempre Dragowski sulla conclusione.


Leggi anche:

Muriel si trova a suo agio a giocare alle spalle di Zapata: al 20′ la sua traiettoria in direzione del 91 è perfetta. C’è ancora l’intervento provvidenziale del portiere Viola sul destro volante del colombiano. L’intervento di Romero su Vlahovic solleva le proteste di entrambe le panchine: è solo giallo per il difensore nerazzurro, anche se Gasperini grida.

Si accende dunque la partita: se fin qui avevano fatto il gioco i nerazzurri con oltre il 60% di possesso palla, al 26′ Caceres non trova la porta di poco con il suo tiro di testa. L’Atalanta recupera il possesso palla e Zapata va vicino al raddoppio, quando al 30′ sbaglia la conclusione sul filtrante perfetto di Pasalic.

L’ottima intesa Malinovskyi-Zapata ed il ruolo dell’ucraino come assist-man viene confermato quando, dopo la finta, mette un cioccolatino sui piedi del colombiano che raddoppia il passivo della Fiorentina. Negli utlimi minuti del primo tempo, la squadra ospite sembra mollare un po’ la presa, con le iniziative di Caceres.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here