Lazio, Massimiliano Farris commenta la vittoria sul Verona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:29
0

La Lazio espugna il “Bentegodi” all’ultimo respiro. Finisce 0-1 ai danni dell’Hellas Verona, grazie al guizzo finale di Milinkovic-Savic, tre punti decisivi per la corsa al quarto posto. A fine partita il vice allenatore Massimiliano Farris ha commentato la prestazione dei suoi.

farris
Il vice-allenatore dei biancocelesti(Photo by Alessandro Sabattini_Getty Images)

La Lazio strappa una vittoria fondamentale sul campo del Verona grazie, a un gol in pieno recupero di Milinkovic-Savic, altri tre punti conquistati allo scadere, come consuetudine ormai per i biancocelesti. Massimiliano Farris, vice di Inzaghi, in isolamento per via della positività al Covid, anche oggi in panchina al suo posto, ha commentato con soddisfazione la prestazione dei suoi.

LEGGI ANCHE-> Verona-Lazio 0-1, Milinkovic-Savic nel finale: sintesi e tabellino

LEGGI ANCHE-> Sampdoria, Ranieri: “Lottato per vincere, complimenti a Gattuso”

Le parole di Massimiliano Farris

Oggi sono mancate un po’ le fasce, la partita è sembrata bloccata. “Perché il Verona è una squadra intensa. Noi abbiamo preparato la partita per giocare centralmente, concedendo qualcosa sulle fasce. Volevamo portare palloni puliti agli attaccanti con il sostegno delle mezzali, sapendo che loro potevano rubarci il pallone, quindi dovevamo stare molto attenti”.

Immobile è sembrato nervoso. “A me è piaciuto tanto: ha combattuto con i difensori del Verona, ha avuto un’occasione e non è stato fortunato. Ho sentito Inzaghi e ci siamo detti che stiamo ritrovando il nostro Ciro, avremo sicuramente bisogno di lui nella volata finale”.

Quanto è dispiaciuto per il gol annullato a Caicedo? “Sono dispiaciuto molto perché aveva fatto un grande gol. Dal campo non ho avuto la percezione di questa sbracciata, ho rivisto le immagini e per la linea che ha tenuto Chiffi poteva lasciar correre. In realtà l’aveva fatto, ma quando ti chiama Orsato al VAR si entra in un’altra dimensione”.

Si è avvertita l’assenza di Inzaghi? “La tecnologia gli ha permesso di starci vicino. Sono cinque anni che lavoriamo insieme, qualsiasi aggiustamento da fare in corsa era concordato e la disponibilità della squadra ci ha permesso di ottenere il risultato”.

Adesso non si può più sbagliare… “No, ma abbiamo dimostrato che nemmeno davanti possono sbagliare perché noi ci siamo. Questa partita, vinta così, vale doppio: ci siamo e lotteremo fino alla fine”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here