Udinese, Gotti: “Squadra arrabbiata, dobbiamo cogliere opportunità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:31
0

L’Udinese affronterà il Crotone nella 31a giornata di Serie A. I bianconeri sono reduci da tre sconfitte consecutive e intendono invertire il trend, approfittando dell’incontro con il fanalino di coda della classifica. Il tecnico Luca Gotti ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia.

gotti
Luca Gotti, allenatore dell’Udinese (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

L’Udinese è a +11 sulla zona retrocessione, ma colleziona sconfitte da tre turni. È per questa ragione che ai bianconeri serve una inversione del trend. La squadra guidata da Luca Gotti cercherà di metterlo in atto a partire da domani, quando si troverà ad affrontare allo Stadio Ezio Scida il Crotone, fanalino di coda della classifica di Serie A, nella trentunesima giornata del campionato. I rossoblù sono certamente un avversario comodo. In questa stagione ha collezionato una sfilza di sconfitte e finora ha conquistato soltanto 15 punti. I friulani, tuttavia, non dovranno sottovalutare gli uomini di Serse Cosmi.

Gotti alla vigilia

Luca Gotti, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta, ha parlato del momento che i suoi uomini stanno vivendo: “Direi che la squadra arriverà in Calabria arrabbiata, come mi sembrava lo fosse la settimana scorsa prima della partita contro il Torino anche se poi il risultato è stato estremamente negativo. Il giocatore di livello ha la forza mentale che decide il livello ed è in grado di dare sempre il massimo di sé stesso sia dopo tre vittorie consecutive o sia dopo tre sconfitte e indipendentemente dall’avversario. Mi piacerebbe pensare che riusciremo ad alzare il nostro livello. Questa cosa si chiama mentalità“. E sulla salvezza: “La classifica mostra che abbiamo delle opportunità e ci lascia delle opportunità. Dobbiamo essere bravi noi ad andare a coglierle“.

Leggi anche -> Tardelli contro De Laurentiis: “Un prepotente dall’ego incontrollabile”

L’Udinese dovrà mostrare i denti. L’allenatore dei bianconeri chiede uno sforzo soprattutto in fase offensiva. La sua squadra nelle ultime tre gare infatti ha realizzato soltanto due reti. “Abbiamo giocato 30 partite e se i numeri ci dicessero che una soluzione ha pagato molto più dell’altra sicuramente attueremo quella soluzione. Però l’Udinese ha fatto goal con Pereyra attaccante e con Pereyra centrocampista. Non lo ha fatto con Pereyra attaccante e centrocampista. Bisogna valutare la partita nel suo insieme, l’avversario e come stanno i giocatori di volta in volta. Non esiste una ricetta che dà già il risultato“. E sugli uomini a sua disposizione: “Come detto la settimana scorsa, Nuytinck è rimasto a riposo contro il Torino a scopo precauzionale. Non ha un grosso problema, si è unito alla squadra tutta la settimana e, al di là dei normali fisiologici alti e bassi dal punto di vista della condizione fisica di qualcuno, i giocatori sono tutti a disposizione“.

Leggi anche -> Sampdoria, primi contatti per il nuovo allenatore

Infine, un confronto tra gli stimoli dei rossoblù e quelli della sua squadra: “Non lo so se la posizione in classifica può essere un vantaggio per loro o no. Il Crotone ha segnato 13 goal nelle ultime 5 partite e ha messo in difficoltà tutti gli avversari che ha incontrato. Abbiamo grande rispetto di questo Crotone. Credo – ha concluso Luca Gotti  che possa essere un vantaggio per noi l’avere 18 punti più di loro in classifica“.

I convocati dell’Udinese

Al termine dell’allenamento di rifinitura svoltosi al Centro Sportivo “Dino Bruseschi”, mister Luca Gotti ha diramato la lista dei 23 convocati per la gara di domani, ore 15, allo stadio “Ezio Scida” contro il Crotone. Di seguito l’elenco:

PORTIERI: 1 Musso; 31 Gasparini; 96 Scuffet

DIFENSORI: 3 Samir; 5 Ouwejan; 14 Bonifazi; 16 Molina; 17 Nuytinck; 19 Stryger Larsen; 50 Becao; 87 De Maio; 90 Zeegelaar

CENTROCAMPISTI: 6 Makengo; 10 De Paul; 11 Walace; 22 Arslan; 29 Micin; 37 Pereyra

ATTACCANTI: 7 Okaka; 21 Braaf; 30 Nestorovski; 32 Llorente; 45 Forestieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here