Crotone, Cosmi: “Impatto emotivo negativo è evidente. Futuro? Mi piace stare qui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:09
0

Il Crotone ha subito l’ennesima sconfitta contro l’Udinese nella 31a giornata di Serie A. I rossoblù sono caduti sotto i colpi di De Paul, nonostante il gol realizzato da Simy avesse accorciato le distanze. Il tecnico Serse Cosmi, al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra.

cosmi
Serse Cosmi, allenatore del Crotone (Photo/Getty Images)

La trentunesima giornata del campionato di Serie A ha rifilato l’ennesima sconfitta al Crotone. I rossoblù sono stati quest’oggi battuti tra le mura amiche dello Stadio Ezio Scida dall’Udinese. I colpi messi a segno da De Paul sono stati fatali, seppure Simy avesse nella ripresa agganciato il risultato sul pari grazie ad un calcio di rigore concesso per un fallo di mano. Ormai, tuttavia, conta ben poco. Gli uomini guidati da Serse Cosmi sono condannati alla retrocessione in cadetteria. Adesso bisognerà programmare il futuro nel migliore dei modi per tornare subito in alto.

Leggi anche -> Crotone-Udinese 1-2: De Paul croce e delizia. Tabellino, classifica e highlights

Cosmi nel post gara

Serse Cosmi, intervenuto in conferenza stampa al termine del match casalingo, ha commentato la prestazione della sua squadra: “I primi venti minuti sono stati buoni da parte nostra, poi siamo scesi, in fase offensiva non abbiamo avuto rabbia di concludere. Abbiamo subito il gol in una delle rare occasioni dell’Udinese. Nella ripresa ho chiesto alla squadra di restare in partita, ci siamo riusciti, dopo il pareggio è bastata una giocata di De Paul per trovare distesa la nostra difesa. Di fronte alle giocate di De Paul non abbiamo opposto niente, c’è stata l’occasione di Simy col palo, sarebbe stato un pareggio che avrebbe fermato l’emorragia di sconfitte, abbiamo rischiato di fare punti nella giornata in cui non ci siamo espressi al meglio“.

L’allenatore del Crotone non può rimproverare nulla ai suoi: “La squadra ha dato tutto ma oggi l’impatto emotivo negativo è stato evidente. I giocatori si vedeva che erano sfiduciati anche negli interpreti di una certa qualità, Ounas, Simy, mi sembravano non in palla, non eravamo gli stessi nella fase offensiva, siamo stati gli stessi nella fase difensiva, gli errori ci sono anche se lavoriamo durante la settimana. Nella fase offensiva siamo una squadra più che discreta ma non riusciamo ad uscire dalla nostra situazione. La squadra oggi ha risentito della botta di Spezia che è stata terribile, oggettivamente la settimana è stata normale non si percepiva la delusione eccessiva“.

Leggi anche -> Udinese, Gotti: “Troppe ingenuità, ho avuto paura. De Paul leader vero”

Il futuro in Serie B

Adesso è già tempo di pensare al futuro. Serse Cosmi, ai microfoni di Sky Sport, ha velatamente ammesso che sarebbe contento di essere confermato alla guida del Crotone in Serie B: “Ci siamo conosciuti per poco con Vrenna e la dirigenza, ma al di là di tutto hanno capito chi sono io. Sono orgoglioso di esser stato chiamato in Serie A dopo tanto tempo e di questo renderò sempre merito a loro. Non mi interessa se sono venuto perché magari altri hanno rifiutato. Ho trovato un ambiente che mi piace perché tutti partecipano nella maniera giusta, come piace a me. Questa è l’unica cosa che posso dire. E’ chiaro che da una parte c’è un lavoro che si fa e quello può essere visto da chi di dovere, poi però ci sono anche i risultati e bisogna capire se non ci sono possibilità strutturali di fare di più o se il mio lavoro è troppo poco. Per me non è così, io sono contento di quello che facciamo durante la settimana”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here